Gadauno Spa


La Nostra Storia, sezione web dedicata a notizie antecedenti il 2015, data di pubblicazione del nuovo sito web gardauno.it.


 

Garda Uno cambia: Bocchio leader

Rinnovate le cariche al vertice dell'azienda che cura il ciclo idrico e la raccolta dei rifiuti - Subentra a Comincioli - E' nuovo anche il vice: Paolo Elena.

Cambio della gurda al vertice del Garda Uno. Nuovi sia il Presidente, Mario Bocchio, sindaco di Lontao, che il vice, Paolo Elena, numero 1 di Toscolano Maderno.

Gli altri eletti nel cda sono Aurelio Bizioli, Nicola Scotti e Renato Fontana, tutti e tre riconfermati.
Recependo le indicazioni della Finanziaria è stato tagliato il numero dei componenti, da nove a cinque.
Gianfranco Comincioli, che aveva guidato la società negli ultimi tre anni, ha preferito farsi da parte "per motivi personali".

Usciti pure dalla compagine Marcello Cobelli, Pierangelo Cittadini, Paolo Bellini, Cesare Menapace e Giancarlo Menegato. Per quanto riguarda il collegio sindacale, è ora formato da Eugenio Vitello, Mauro Vivenzi e Alberto Allegri; supplenti Lia Lucia Brogiolo e Giovanni Morello. Direttore Generale Franco Richetti, dirigente di settore Mario Giacomelli.

Il bilancio 2006 ha chiuso con un utile di 602mila euro al lordo delle imposte che ammontano a 571mila. Il netto è di 31mila euro. Le attività ammontano a quasi 62 milioni di euro.

Il Garda Uno, con sede a Padenghe, è una spa a totale partecipazione pubblica. Ha per oggetto l'esercizio di tutti i servizi di interesse diretto delle varie località, con un'attività rivolta prioritariamente al ciclo idrico integrato, alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e al settore energetico.

Gestisce gli acquedotti, le reti fognarie e il collettore generale, che porta i liquami al depuratore di Peschiera e, da lì, nel fiume Mincio.

Svuota cassonetti e campane, portando nelle discariche tonnellate di materiali. Si dedicaalla pulizia delle spiagge (in alcuni casi) e della superficie del lago, col battello spazzino.

Cura le isole ecologiche di Pozzolengo, Sirmione, Desenzano, Padenghe, Moniga, Soiano, Calvagese, Manerba, Polpenazze, Puegnago, San Felice, Salò. Gardone, Toscolano, Gargnano, Tignale, Tremosine e Limone.
L'assemblea è composta da tutti i comuni della sponda occidentale del lago, da Limone a Sirmione, oltre a Calvagese, Roè Volviano, Pozzolengo, Carpenedolo, al Parco Alto Garda, alla Amministrazione Provinciale di Brescia. In tutto 26 enti.

La percentuale maggiore di capitale appartiene a Desenzano (21,9%), Lonato (10,8%), Salò (9,4%), e a Palazzo Broletto (9,8%);  la più piccola a Magasa e Valvestino (0,2% a testa).

Il Garda Uno detiene quote nella Biociclo di Castiglione delle Stiviere (il 24%), che tratta il compost; della Benaco Energia di Padenghe (50%, l'altra metà è dell'Acquadolce), che si occupa di approvvigionamento energetico e attività collaterali; Gardalumen di Lumezzane, a metà con Lumenergia; Gal di Gargnano, per valorizzare le risorse umane e materiali; Consorzio Garda, creato assieme a Ags, Canevaworld, Casa di cura Pederzoli, Ferrari, Franke, Gardaland, Gestioni benacesi e Giacobini per ottenere migliori condizioni di fornitura di energia.

Sergio Zanca

Fonte: Brescia Oggi

Data di pubblicazione: Giovedì 3 Maggio 2007

Immagine di copertina: da news originale

 

Altro in "La nostra storia""
Categorie news
Comuni correlati
caricamento...