Gardauno Spa

 

Il progetto «Eway» candidato al premio Uic per la sostenibilità
Garda Uno è in finale con l’idea di un servizio di noleggio auto e scooter rigorosamente elettrici

Padenghe - Tra i finalisti nelle diverse categorie ci sono giganti del calibro di Rfi, Ministero della Transizione ecologica, Italo, purele ferrovie indiane. E giusto per citarne qualcuno.

Poi, e senza per questo voler sminuire, anzi, c’è Garda Uno: con il progetto Eway è in finale al premio “International Sustainable Railway Awards 2022”, promosso dalla Uic, l’Unione internazionale delle ferrovie, con la finalità di promuovere iniziative di mobilità e ferroviarie che consentono sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Eway, lo ricordiamo, è il progetto che l’azienda gardesana guidata da Mario Bocchio ha lanciato nel 2019 sul lago: un servizio pubblico di noleggio auto e scooter rigorosamente elettrici e alimentati da fonti rinnovabili, che sta punteggiando via via il Garda e non solo di stazioni di ricarica e auto (ma anche scooter) marchiate Eway.

Si possono dunque noleggiare i mezzi nelle stazioni di Salò, Padenghe, Desenzano e Peschiera, come pure a Provaglio d’Iseo, mentre la ricarica è possibile praticamente in tutti i Comuni del lago e, in generale, in quelli serviti da Garda Uno fino alla Bassa bresciana.

Una iniziativa che è piaciuta alla giuria della Uic, tanto da porla tra le tre finaliste della categoria «Prosperity - Best Multimodal Partnership».

In lizza per il riconoscimento nella medesima categoria ci sono Rfi, con il progetto «Station Land», e il Ministero della Transizione ecologica, con l’iniziativa «Less cars», piattaforma nazionale per la mobilità condivisa.

Una categoria, insomma, che vuole premiare l’intermodalità: la possibilità di integrazione tra vari e diversi sistemi di trasporto. E proprio questo aspetto è stato particolarmente apprezzato dall’Unione internazionale delle ferrovie: l’intermodalità favorita dalla mobilità in sharing di Eway.

Un progetto che, sottolineano da Garda Uno, è «saldamente inserito nella rete di trasporti pubblici, che muovono milioni di viaggiatori ogni anno in un comprensorio che è tra i più frequentanti dal turismo d’Europa».

Cosa succede adesso. Tra marzo e aprile (la data precisa ancora non è stata comunicata), la giuria valuterà tutti i progetti candidati alla vittoria in un «virtual speech»: anche Eway passerà al vaglio del giudizio, e saranno i tecnici di Garda Uno a esporre l’esperienza alla platea internazionale.

I vincitori, infine, saranno decretati e annunciati durante l’undicesimo Vertice Ferroviario Internazionale, che avrà luogo nel mese di giugno nella sede dell’Uic, a Berlino.

Visto da vicino

Il progetto
«Eway» è il progetto che l’azienda gardesana ha lanciato nel 2019 sul lago: un servizio pubblico di noleggio auto e scooter rigorosamente elettrici e alimentati da fonti rinnovabili, che sta punteggiando via via il Garda.

l partecipanti
Tra i finalisti ci sono giganti del calibro di Rfi, Ministero della Transizione ecologica, Italo, pure le ferrovie indiane. E poi, appunto, Garda Uno.

Alice Scalfi

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Giovedì 10 Febbraio 2022

Scopri la mobilità sostenibile di Garda Uno
eway-sharing.com - gardauno.it/it/servizi/mobilità

 

caricamento...