Gadauno Spa


La Nostra Storia, sezione web dedicata a notizie antecedenti il 2015, data di pubblicazione del nuovo sito web gardauno.it.


 

Alto lago, arriva la differenziata
Per il momento il servizio, organizzato con il porta a porta, è attivato a Limone - E' in costante diffusione la pratica del riciclo dei rifiuti organici promossa in questi anni da Garda Uno per i Comuni benacensi

La raccolta dei rifiuti organici, già ampiamente diffusa in altre zone, approda anche sull'Alto Garda. Per il momento il servizio è stato introdotto da Garda Uno nel Comune di Limone.

L'iniziativa sarà inizialmente riservata unicamente alle grandi utenze (hotel, ristoranti, bar e negozi), che rappresentano l'80% dell'attività commerciale del paese.

"Si tratta di una scommessa importante - spiegano al Garda Uno - che prelude sicuramente alla diffusione di questo tipo di raccolta al resto del territorio, utenze domestiche comprese".

A Limone il servizio sarà organizzato tramite raccolta quotidiana porta a porta: ad ogni singola realtà verrà consegnato uno specifico contenitore in cui si dovranno conferire resti di frutta e verdura, fondi di caffè e tovaglioli di carta, scarti di cucina, cenere, piccole quantità di scarti vegetali, segatura e legna non trattata.

Questi rifiuti verranno conferiti all'impianto di compostaggio di Castiglione delle Stiviere (in cui Garda Uno ha una partecipazione) per la produzione di compost di qualità.

L'iniziativa è destinata ad estendersi su tutto il territorio gardesano.

Nell'ambito dei servizi di igiene urbana e raccolta rifiuti è stato infatti messo a punto un documento di riferimento unitario per tutti i Comuni, finalizzato a definire un progetto operativo che sottoponga ad ogni realtà comunale una serie di servizi specifici.

il capitolato del progetto dà conto in modo dettagliato di tempi, modi di espletazione dei servizi e dei costi: i Comuni, dal canto loro, potranno scegliere in funzione della disponibilità e della tipologia dei territori.

"Di sicuro - continuano ancora al Garda Uno - un ramo sul quale i Comuni dell'Alto Garda hanno deciso di investire è la raccolta differenziata, al punto che oggi gran parte dei paesi del comprensorio possono vantare porformance record nel campo della differenziata".

Il Comune più virtuoso, sotto questo punto di vista, è Gardone Riviera, dove ben il 43% dei rifiuti viene conferito nell'ambito della raccolta differenziata. Un risultato ottenuto grazie al potenziamento, voluto dall'Amministrazione comunale, della diffusione dei contenitori.

A Gardone sono stati raddoppiati quelli per la carta e la plastica, potenziati quelli per il vetro ed è stato posizionato un ecobox per lo scarto vegetale.

Anche Salò è un Comune che negli ultimi due anni ha investito molto in questo campo: il risultato è un trend fortemente positivo della differenziata, passata da una percentuale dell'11% nel 2002 al 25% di fine 2006. Anche qui sono stati potenziati tutti i circuiti di raccolta differenziata, raddoppiando o addirittura triplicando la disponibilità di cassonetti.

Nel 2006 si è interventuti anche a Toscolano dove Garda Uno ha posizionato 529 nuovi cassonetti; sono stati quadruplicati i contenitori per la plastica, raddoppiati quelli per vetro e carta su un'area che già faceva una buona differenziata, arrivata a fine 2006 a toccare il 31%.

Interventi in tal senso sono programmati anche a Gargnano, Tremosine e Tignale.

Simone Bottura

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Venerdì 23 Febbraio 2007

Immagine di copertina: da news originale

 

Altro in "La nostra storia""
Categorie news
caricamento...