Gardauno Spa

Santigaro, un parco fotovoltaico in vista dell'autosufficienza energetica

 

Santigaro, un parco fotovoltaico in vista dell'autosufficienza energetica
Questo il progetto legato a una serie di strutture che unirebbero 34 municipi gardesani

San Felice -  Santigaro come potenzia le parco fotovoltaico per la nascente Comunità energetica rinnovabile (Cer) di San Felice: anche in paese si comincia a ragionare davvero in termini di «simbiosi energetica».

Così come già accaduto in altri Comuni, anche qui si è provveduto a dare il la alla costituzione della Cer nell'ottica della più vasta Cer del Garda, che una volta a regime unirà 34 paesi nel raggiungimento. 

Strategie. «L'auto sufficienza energetica è un obiettivo importante - spiega Mamiliano Faini, direttore operativo di Garda Uno, partner di  progetto per i Comuni interessati -. Questa nuova forma di comunità diventerà volano per il cambiamento e permetterà di condividere la crescita di una gestione dei fabbisogni energetici più efficiente ed intelligente».

Nei  «piani» di Garda Uno c'è la costituzione di una comunità energetica «spalmata» sui paesi serviti dalla multiutility, ossia quelli gardesani ma anche alcuni della Bassa, come pure Provaglio d'Iseo e Prevalle: tutti insieme potrebbero arrivare a una produzione annua di oltre 14 mWh, capace al far fronte alle necessità di 7.161 abitazioni.

San Felice in questo contesto farebbe la propria parte: nei prossimi anni la produzione dell’impianto esistente, che dovrebbe essere triplicato, secondo le stime dovrebbe passare da 5.940 kWh a 110.000 kWh.

Dove - In via preliminare è stata individuata come papabile l'area artigianale e industriale di Santigaro, zona paesaggisticamente idonea all'installazione massiccia di pannelli fotovoltaici che potranno sostenere sia sia il fabbisogno energetico del Comune, sia compensare chi non può direttamente dotarsi di impianti energetici da fonti alternative: detto che anche ogni singolo impianto fotovoltaico privato esistente potrà aderire alla Cer, nell’ambito dello studio della prossima variante al Piano di governo del territorio sarà valutata pure la possibilità di identificare ulteriori aree paesaggisticamente idonee per ampliare la comunità.

Del resto è il periodo che lo richiede: “Un periodo nefasto per la questione energetica - rimarca Simone Bocchio, consigliere incaricato allo Sviluppo sostenibile - per cui questo nuovo e pionieristico percorso intrapreso è ancora più urgente necessario”.

Alice Scalfi

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Domenica 11 Settembre 2022

Links: comune.sanfelicedelbenaco.bs.it

Maggiori informazioni sulle Comunità Energetiche di Garda Unogardauno.it/it/comunita-energetiche

 

Altro in "News e comunicazioni"
Comuni correlati
caricamento...