Gadauno Spa

Le recenti politiche di programmazione messe in atto dall’amministrazione comunale in relazione ai servizi di gestione e raccolta dei rifiuti sul territorio del Comune di Manerbio, hanno portato alla necessità di rivedere complessivamente l’attuale assetto dell’impianto tecnologico esistente al fine di riqualificare e ottimizzare gli spazi operativi e logistici presenti.

Comune di Manerbio, riqualifcazione isola ecologica esistente e trasformazione in centro di raccolta.

Sottoservizi

A completamento del centro di raccolta sono previste le seguenti opere per la posa dei sottoservizi:

Impianto fognario: per la raccolta delle acque meteoriche e di dilavamento dei piazzali sono previste due reti fognari separate. La prima rete dedicata alla raccolta delle acque meteoriche di prima e seconda pioggia, i tubi della rete di raccolta saranno in PVC SN4 con diametro costante DN 200, sono altresì previsti lungo la rete delle caditoie e griglie per la raccolta delle acque e dei pozzetti di ispezione.

La seconda rete, dedicata alle acque di dilavamento dei piazzali che ospitano i cassoni e alle acque di lavaggio di origine non meteorica che interessano le superfici scolanti, anche in questo caso la rete è costituita da tubi in PVC SN4 con diametro variabile da DN 160 a DN200 e sono presenti caditoie griglie e pozzetti d’ispezione.

Per quanto concerne le acque meteoriche di dilavamento dei tetti e delle coperture, anche dette acque pluviali, saranno smaltite direttamente in sottosuolo.

Tutte le acque raccolte dalle superfici scolanti confluiranno in una vasca di laminazione e  sollevamento da cui si diparte una condotta in pressione in PEAD DE 250 che andrà a recapitarle nel corpo idrico superficiale denominato Vaso Lussignolo che scorre ad ovest del centro di raccolta.

Le acque meteoriche di prima pioggia e le acque di dilavamento/lavaggio prima di essere recapitata all’interno della vasca di laminazione saranno opportunamente trattate affinché la loro qualità sia compatibile con lo scarico in corpo idrico.

Rete acquedotto: per l’approvvigionamento idrico del centro di raccolta è stata prevista una rete acquedottistica interna realizzata con tubi in PEAD i diametri sono variabili, dal DE 90 al DE 32, la rete sarà alimentata dal pozzo esistente (qualora sia possibile un suo utilizzo) oppure con allaccio diretto  alle rete intercomunale in ghisa che transita in fregio al centro di raccolta, rete attualmente gestita da A2A;

Rete elettrica: per la fornitura elettrica del centro di raccolta sono previste le seguenti opere e forniture, impianto di messa a terra, quadri elettrici, rete di distribuzione elettrica, impianto di forza motrice; impianto di illuminazione ordinaria e di emergenza,  impianto di illuminazione esterna.

Per il passaggio dei cavi dell’impianto elettrico saranno utilizzati dei cavidotti corrugati DN 160/125.

La fornitura di energia elettrica è già presente ed è prevista la richiesta di aumento di potenza.

 

Leggi le precedenti news “Comune di Manerbio, riqualifcazione isola ecologica esistente e trasformazione in centro di raccolta” 

 

Fonte: Relazione tecnica progetto preliminare isola di Manerbio, a cura dell’Unita Tecnica di Pianificazione e Sviluppo Garda Uno Spa

Link: comune.manerbio.bs.it

Categorie news
Comuni correlati
caricamento...