Gadauno Spa


La Nostra Storia, sezione web dedicata a notizie antecedenti il 2015, data di pubblicazione del nuovo sito web gardauno.it.


 

Garda Uno fra ecologia e servizio
San - Felice - Assemblea dell'Azienda speciale per verificare gli obiettivi - La collaborazione con le università per rendere più efficace la depurazione.

Lago di Garda - Si va sempre meglio delineando il ruolo dell' "Azienda speciale Consorzio Garda Uno", per la gestione e la salvaguardia ecologica del territorio.

Il punto della situazione è stato fatto durante un'assemblea del direttivo che si è svolta nella sede di San Felice del Benaco.

Nato come consorzio per la gestione del collettore di parte bresciana, nel piano unitario di risanamento delle acque del lago di Garda che consiste in un unico depuratore centralizzato a Peschiera, l'Azienda Garda Uno è andata via via consolidando la propria azione, sia nella realizzazione del collettore generale, sia nell'intervento a fianco delle Amministrazioni comunali impegnate nella realizzazione e nel risanamento di tronchi fognari locali, al fine di consentire efficienza e funzionalità all'impianto di depurazione.

Ma l'azione dell'Azienda si è ancor più qualificata con l'assunzione diretta - anche per l'incarico dell'Azienda gardesana servizi, che svolge analoga funzione sulla sponda veronese del lago - della gestione dell'impianto di depurazione.

Nello stesso tempo - è stato fatto notare dal presidente Guido Maruelli - sono stati attivati alcuni sistemi di controllo e monitoraggio costante dell'impianto di collettazione, e si è costituita una équipe tecnica di pronto intervento in grado di affrontare, con tempestività, emergenze ed imprevisti.

Ma non si è trascurata neppure la ricerca, e tramite una serie di convenzioni con le principali università scientifiche italiane, sono stati avviati studi al fine di rendere più sicuro ed afficace il servizio di depurazione.

Tuttavia, l'azione dell'Azienda Garda Uno non poteva esaurirsi qui ed il consiglio di amministrazione dei sindaci dei Comuni che costituiscono l'Azienda hanno espresso la volontà di giungere alla gestione completa del ciclo delle acque, così come previsto dalla legge Galli, giungendo alla creazione di un bacino unitario interregionale, per tutto il lago di Garda.

Così, mentre prosegue il cammino di questo progetto che nasce dalla consapevolezza dell'importanza strategica della gestione razionale ed intelligente del bene acqua da parte delle Amministrazioni locali, l'Azienda Garda Uno ha mosso i primi passi nel campo della raccolta dei rifiuti solidi urbani, altro settore di primo piano nella salvaguardia dell'ambiente e del territorio.

Infatti, il primo di ottobre, l'Azienda Garda Uno ha iniziato il servizio di raccolta rifiuti ne comuni di Salò, Gardone Riviera, Toscolano Maderno, ma con il primo di gennaio prossimo - è stato sottolineato - potrebbero già essere sette i comuni che si avvarranno di questo servizio.

"L'Azienda Garda Uno - ha detto il presidente Guido Maruelli - è l'Azienda dei Comuni, controllata dai Comuni, e quindi attenta alla gestione di un servizio ai cittadini che deve coniugare efficienza e managerialità".

Questa è la fisolosia che muove l'Azienda speciale, nella prospettiva di offrire un servizio capillare a tutti quei Comuni che specchiano i loro territori sulle sponde del Lago di Garda, in un'area decentrata.

Carlo Bresciani

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Giovedì 09 ottobre 1997

Immagine di copertina: de news originale

 

Altro in "La nostra storia"
Categorie news
caricamento...