Gadauno Spa


La Nostra Storia, sezione web dedicata a notizie antecedenti il 2015, data di pubblicazione del nuovo sito web gardauno.it.


 

Differenziata, i virtuosi del Benaco

Gardone, Calvagese e Soiano recuperano quasi la metà di quanto raccolto -  Su diciannove Comuni serviti da Garda Uno, tre si sono messi particolarmente in luce per il 'ciclo positivo' dello smaltimento - La soddisfazione dei vertici della spa: A questi risultati constribuisce molto la cosidetta 'frazione verde'.

Lago di Garda - Cresce e si espande il ciclo virtuoso della raccolta differenziata nelle piccole capitali delle vacanze del lago di Garda.

E l'organizzazione capillare, l'invenzione degli eco box per il verde, l'introduzione del sistema porta a porta fanno aumentare la quantità di rifiuti che, anzichè finire nelle discariche, vengono riciclati con notevoli vantaggi per i cittadini oltre che, in generale, per l'ambiente.

Tanto che in alcuni dei 19 Comuni gardesani che hanno affidato il serrvzio di raccolta e smaltimento all'azienda Garda Uno spa con sede a Padenghe, ci si avvia a tagliare il traguardo del 50% di raccolta differenziata. E' il caso di Gardone, Calvagese e Soiano.

"Quello dei rifiuti è un servizio fondamentale per la nostra azienda - sottolinea il presidente Mario Bocchio, sindaco di Lonato -. Lo svolgiamo da quest'anno in ben 19 Comuni del lago e dell'entroterra affidandoci ad un apparato imponente e ben organizzato".

Che il comparto della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani sia importante lo documentano i numeri.
Lo scorso anno infatti i 90mila residenti nei comuni di Calvagese, Desenzano, Gardone, Gargnano, Limone, Manerba, Moniga, Padenghe, Polpenazze, Puegnago, San Felice, Salò, Soiano, Tignale, Toscolano e Tremosine hanno prodotto ben 73.500 tonnellate di rifiuti. Di questi ben 24.500 hanno riempito le campane ed i cassoni della raccolta differenziata.

Dal 2007 sono entrati nelle statistiche anche i comuni di Lonato, Pozzolengo e Sirmione.

E', pur considerando le problematiche emerse la scorsa primavera con le chiusure di alcune isole ecologiche poi riaperte, l'andamento della raccolta differenziata appare molto buono. Segno che i cittadini gardesani, ma anche gli ospiti che soggiornano sulla riviera bresciana del lago, sono sensibili alla tutela dell'ambiente.

"Sul nostro territorio la raccolta differenziata è caratterizzata dal contributo significativo della frazione verde - puntualizza Massimo Pedercini direttore tecnico del settore Igien Urbana di Garda Uno spa -. Tutte le abitazioni hanno un giardino, con cespugli, alberi, prato.

Per evitare che i residui finissero in discarica abbiamo inventato gli 'eco box', recinti in plastica rigida posizionati all'aperto, dove i cittadini possono liberamente scaricare il verde che viene ciclicamente recuperato e utilizzato per fabbricare compost.

Un importante contributo all'ulteriore miglioramente della situazione deriva dalle modifiche del servizio introdotte d'intesa con alcuni Comuni, segnatamente il ricorso alla raccolta porta a porta dei rifiuti differenziati come carta, vetro, plastica o della sola frazione organica. I casi più recenti sono quelli di Calvagese, Polpenazze, Limone.

Complessivamente - concluce Pedercini - lo scorso anno la raccolta differenziata ha raggiunto il 32% dell'intero ciclo dei rifiuti.

Quest'anno, nonostante alcuni problemi alle isole ecologiche, in particolare a Desenzano e Padenghe, il servizio si avvia a raggiungere traguardi molto significativi".

Il Comune più virtuoso nella classifica... virtuale alla fine di settembre scorso risulta essere Gardone con il 47,21% di raccolta differenziata e incrementi del 54% su carta, del 20 per la plastica, 21% per il vetro.

Calvagese sfiora il 46% grazie al nuovo servizio di raccolta porta a porta di carta, vetro, plastica avviato d'intesa con l'Amministrazione comunale a novembre del 2006 e che ha ridotto del 14% i rifiuti solidi urbani da smaltire in discarica. Sono parallelamente aumentati dal 29 al 45,69% quelli differenziati con incrementi record del 76% per il vetro e del 120% per i vegetali, 20% plastica.

La raccolta differenziata a fine settembre scorso a Polpenaze sfiora il 42% grazie alla revisione del servizio con incrementi del 70% della carta, 28% del vetro, 126% della plastica, 32% dei residui vegetali, mentre Soiano conferma gli ottimi risultati raggiunti nel 2006.

Nel 2007 sono ulteriormente diminuiti del 6,5% i rifiuti da discarica mentre sono aumentati vetro (+13%), plastica (+10%).

Gli stessi ottimi risultati che si attendono a Limone dove l'avvio nel 2007 della raccolta porta a porta della frazione organica decisa assieme all'Amministrazione ha fatto aumentare, in pochi mesi, la raccolta differenziata dal 20 al 33,5% e diminuire la quota destinata allo smaltimento del 17%.

E il nuovo sistema è solo all'inizio.

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Domenica 16 Dicembre 2007

Immagine di copertina: da news originale

 

Altro in "La nostra storia""
Categorie news
caricamento...