Gadauno Spa

Sviluppo di modelli e strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile


Il prossimo Mercoledi 30 Maggio il Settore Energia di Garda Uno sarà presente a Roma con con l'Ing. Laura Maestrini ad una nuova riunione del Tavolo Tecnico nell’ambito del Progetto CReIAMO PA.

Un percorso di crescita nella gestione della Mobilità Sostenibile intrapreso con i progetti Green Urban Mobility, rete di postazioni di ricarica elettrica sull’area gardesana, ed E-Way, mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro.

Nove le Linee di intervento di CReIAMO PA - Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA -, progetto ammesso a finanziamento nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Garda Uno parteciperà al Tavolo Tecnico 'L7' - Sviluppo di modelli e strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile'.

 




L7 – Sviluppo di modelli e strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile

La linea progettuale mira a elevare i gradi di competenza e di conoscenza del personale delle Regioni e dei Comuni con riferimento alla gestione di azioni di mobilità sostenibile e alla valutazione di efficacia delle azioni stesse in termini di riduzione delle emissioni inquinanti, diffondendo le esperienze di successo registrate al riguardo a livello nazionale e comunitario.

Ai fini di assicurare la necessaria demarcazione e non sovrapposizione tra gli interventi, data la molteplicità di soggetti coinvolti sul tema e l’attribuzione di competenze a diversi livelli (centrali e locali), la linea opera in stretto coordinamento e sinergia con azioni promosse a valere sui POR e sul PON Città Metropolitane del 2014-2020.

La linea di intervento prevede la definizione di strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile attraverso la predisposizione di rapporti tecnico-scientifici su alcune tematiche tra cui: Piani urbani di mobilità sostenibile, mobilità ciclistica, city logistic, tecnologie veicoli a basse emissioni, sharing mobility e mobility management. I rapporti conterranno dati, scenari e prospettive di sviluppo economico, sociale e ambientale per il settore con benchmarking europeo, nonché le migliori pratiche realizzate a livello nazionale ed europeo. I rapporti costituiranno gli strumenti operativi a supporto delle amministrazioni locali per la progettazione di procedure di pianificazione delle politiche per la mobilità urbana sostenibile.

Sono, inoltre, previste azioni di disseminazione mirate a promuovere politiche di gestione della mobilità urbana sostenibile, attraverso l’organizzazione di eventi annuali, ognuno su uno specifico tema riguardante le politiche di gestione della mobilità urbana. Nelle attività di disseminazione saranno coinvolti gli stakeholder (imprese, scuole, università ed enti di ricerca) in qualità di soggetti attivi nel processo di sviluppo di buone prassi in tema di mobilità sostenibile al fine di elaborare linee di indirizzo/policy sulla tematica specifica oggetto dell’evento annuale.

Risultati attesi

  • Rafforzamento della capacità amministrativa delle amministrazioni locali delle Regioni nella gestione delle politiche di mobilità urbana attraverso l’interazione con altre amministrazioni pubbliche e imprese che abbiano sviluppato best practice anche in ambito internazionale;
  • Rafforzamento delle competenze delle amministrazioni locali delle Regioni sugli aspetti normativi, economici, ambientali e di attivazione dei processi di governance per una più efficace implementazione delle politiche di mobilità sostenibile;
  • Rafforzamento delle competenze delle Amministrazioni locali delle Regioni nella valutazione delle politiche di mobilità urbana, con particolare riferimento alla valutazione di efficacia in termini di riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti, ed in termini di miglioramento delle condizioni di mobilità.

 
News originale e completa: minambiente.it

 

caricamento...