Gardauno Spa

Relazione di Sostenibilità Garda Uno 2019 - I risultati di una scelta: il Comitato di Direzione


Relazione di Sostenibilità Garda Uno 2019 - I risultati di una scelta: il Comitato di Direzione

Con il venire a mancare del compianto Direttore Generale arch. Franco Richetti (era l’anno 2015) l’Organo Amministrativo di Garda Uno assunse al tempo una decisione coraggiosa ovvero non nominare un nuovo Direttore Generale ma istituire un Comitato di Direzione.

Il nuovo Comitato di Direzione composto dalle quattro figure apicali di riferimento alle diverse business unit che affiancavano il Direttore Generale nella conduzione dell’azienda (Lazzarini, Giacomelli, Faini, Pedercini) per effetto del conferimento del ramo idrico in Acque Bresciane dal 2018 si è ridotto a tre (Lazzarini, Faini, Pedercini).

Il particolare (e per la verità poco diffuso) modello di Direzione Generale ha portato, in modo tangibile ed oggettivo, a risultati che oggi, a distanza di un quinquennio dall’iniziale avvio, possono essere oggettivamente letti e rendicontati con soddisfazione.

La presente pagina vuole pertanto rappresentare in modo sintetico ciò che il Comitato di Direzione ha svolto da quando, nel 2015 ha ricevuto il mandato da parte del Consiglio di Amministrazione al fine di perseguire la mission storicamente svolta dall’azienda abbracciando anche le nuove tecnologie ed opportunità.

 

Ad ogni componente della Direzione sopra citato il Consiglio di Amministrazione ha assegnato individuali procure
attraverso le quali sono state attribuite singole e specifiche responsabilità ed autonomie.

Più nel dettaglio gli ambiti di responsabilità della Direzione Aziendale sono così ripartiti:

Al Direttore Operativo Attività Produttive, Massimiliano Faini, sono attribuite responsabilità di Direzione e di Governo della conduzione e gestione di tutti i settori operativi aziendali diversi dall’igiene urbana. Settori che oggi rappresentano l’innovazione, lo sviluppo e la ricerca aziendale nel campo dell’energia (illuminazione pubblica, calore e servizi energetici), delle fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico, idroelettrico e geotermia), della mobilità
sostenibile, delle tecnologie smart, nei sistemi di telecontrollo e di governo impiantistico. Inoltre un laboratorio permanente dedicato alla comunicazione e la scuola.

Al Direttore Tecnico Operativo del settore Igiene Urbana, Massimo Pedercini, sono attribuite responsabilità di Direzione e di Governo della conduzione e gestione del settore igiene urbana, oltre alla funzione di RUP (Responsabile Unico Procedimento), gestione personale di settore, definizione e sottoscrizione contratti, delega a Datore di Lavoro, Responsabile tecnico Albo gestori rifiuti. Pedercini è il riferimento per i Comuni Soci per le politiche ambientali ed i modelli di gestione integrata dei rifiuti.

Al Direttore Amministrativo, Pietro Lazzarini, sono attribuite responsabilità in capo alla gestione amministrativa dell’operato dell’intera società, responsabilità che sono rappresentate dalla conduzione e gestione di tutti gli uffici amministrativi operanti presso la sede della Società i quali da un lato garantiscono supporto allo svolgimento di tutti i settori operativi e dall’altro provvedono alla gestione di tutte le attività proprie dell’area amministrativa quali ad esempio contabilità, bilancio, report economici e finanziari di periodo, approvvigionamenti, risk management, gestione del personale, ecc.

Scarica la Relazione di Sostenibilità 2019

 

caricamento...