Gadauno Spa

Padenghe – Le previsioni per l’anno prossimo, Garda Uno mette sul piatto 5 milioni di investimenti.

Ottenuta dalla Provincia l’approvazione del nuovo modello gestionale dell’affidamento in via diretta, senza gara, del servizio idrico integrato ad una società interamente pubblica formata da Garda Uno SpA, AOB2 srl (Acque Ovest Bresciano) e Siv srl (Servizi Idrici di Vallecamonica), i vertici della multiutility di Padenghe presieduta da Mario Bocchio hanno presentato venerdì il budget trienna le approvato all’unanimità.

Il presidente Bocchio ha illustrato un quadro decisamente confortante sulla fattibilità del programma di investimenti nel 2016, grazie ad una serie di trattative andate a buon fine con alcuni istituti di credito per ottenere i finanziamenti necessari.

Basti pensare che su un totale di circa 5 milioni di euro di investimenti programmati,  più della metà hanno di fatto la certezza della copertura.

Nel dettaglio, la società Garda Uno investirà nel prossimo anno in interventi su reti ed  impianti  del ciclo idrico, in ammodernamento dei mezzi e in potenziamenti delle isole ecologiche nel settore igiene urbana.

Inoltre, per il settore energia, la società gardesana metterà sul piatto 300 mila euro per la realizzazione delle colonnine di ricarica elettrica.

Tra gli interventi approvati, la prosecuzione anche nel prossimo anno della sostituzione sistematica della rete dell’acquedotto nei punti critici.

Il 2016 sarà, inoltre, l’ottavo anno dalla nascita del fotovoltaico realizzato dalla società di Padenghe. Ad oggi sono già  59 gli impianti in esercizio, interamente di proprietà.

Sul versante dell’illuminazione pubblica, nel 2016, sono previsti nuovi impianti ed apparati nei Comuni di Salò e Soiano per complessivi ulteriori 3 mila punti luce.

Infine, il progetto «Urban green mobility» che ha visto Garda Uno tra le primissime società pubbliche a realizzare ricariche elettriche per veicoli: entro fine 2016 la previsione parla di almeno 31 postazioni disseminate sull’area gardesana.

«Nel 2016 – ha detto ancora Mario Bocchio in assemblea – il servizio di raccolta porta a porta sarà esteso a circa il 90 per cento della popolazione servita, 125 mila residenti e 400 mila unità in stagione estiva, grazie all’ingresso di Salò e Toscolano Maderno».

Ogni anno vengono movimentate 90 mila tonnellate di rifiuti solidi urbani e, il prossimo anno, si prevede di superare la quota del 65% di differenziata contro una media provinciale del 54%).

Complessivamente, verranno investiti nel settore igiene urbana 1.773.000 euro, di cui 643 mila nell’adeguamento della flotta aziendale e 1.090.000 euro per le isole ecologiche.

Fonte: bresciaoggi.it

Data di pubblicazione: Domenica 29 Novembre 2015

Fotografia di copertina: da articolo originale (La presentazione degli investimenti di Garda Uno)

caricamento...