Gadauno Spa


In un contesto di caldo eccezionale che associa al record di presenze turistiche (circa 30mila i visitatori dall'inizio dell'anno e almeno 3mila arrivi in più rispetto al 2016) il primato delle temperature, a Toscolano Maderno si festeggia a un'estate (per ora) senza criticità idriche dopo stagioni caratterizzate dal viavai delle autobotti di Garda Uno.

«LA DECENNALE storia di disagi è correlata alle scelte di scriteriata espansione edilizia che ha caratterizzato il nostro paese - sottolinea il sindaco Delia Castellini - capace di rendere l'acqua elemento di crisi tanto in occasione di forti piogge che in occasione di siccità».

Ora invece grazie ai lavori di Garda Uno realizzati degli ultimi mesi, l'equilibrio dell'approvvigionamento è garantito dall'attivazione del nuovo allaccio di rete, che consente di distribuire in modo più efficace l'acqua. Pochi litri che tuttavia sono sufficienti a consentire alla comunità di non patire disagi straordinari soprattutto nelle località collinari di Gaino, Cervano, Roina e Cabiana, quelle che hanno pagato il tributo maggiore (nel 2015 si sono contati 700 viaggi di autobotti).

Presto sarà in funzione anche il pozzo realizzato da Garda Uno con un investimento di 380mila euro in un'area verde adiacente il parcheggio di via Gozzi, destinato a colmare le criticità della rete idrica locale che non sempre, soprattutto nel periodo estivo, riesce a soddisfare il fabbisogno idrico.«Qualora si rendesse necessario - anticipa Castellini - il pozzo di nuova realizzazione verrà attivato per il tempo necessario: il picco delle presenze si registra come consuetudine dopo Ferragosto e pertanto è impossibile affermare che la crisi idrica sia del tutto scongiurata».

L.SC.

Fonte: www.bresciaoggi.it

Data di pubblicazione: Martedi 08 Agosto 2017

Immagine di copertina: da news originale

 

APP GardaUno Ricicla

Garda Uno Spa presenta GardaUno Ricicla, l’applicazione gratuita per i cittadini dei Comuni nei quali effettua la gestione dei rifiuti.

Maggiori informazioni: clicca qui

Progetto “Forse non sai che”

Forse non sai che…è un progetto di potenziamento della raccolta di frazioni leggere. Per frazioni leggere intendiamo quei rifiuti che non rappresentano la massa principale, ma per diversi motivi possono essere un materiale su cui concentrare l’attenzione: in alcuni casi si tratta di rifiuti pericolosi, come le pile, in altri casi di rifiuti poco considerati, come i tappi in sughero.

Maggiori informazioni: clicca qui

caricamento...