Gadauno Spa



LONATO. Pronti progetti esecutivi e fondi per rinnovare l'impianto ed estendere i collettori - Cantiere ai nastri di partenza.

 



Se per il nuovo depuratore del Garda che dovrebbe sorgere a Visano rimangono aperti tutti gli interrogativi, a Lonato si entra nella fase operativa con la «copertura» integrale del territorio.

L'annuncio arriva dall'assessore Oscar Papa: a gennaio partiranno i lavori per la realizzazione di un nuovo depuratore in grado di sostituire l'attuale impianto, insufficiente e obsoleto.

«Con questa opera - spiega Papa - saremo in grado di accogliere in pieno lo scarico delle nuove abitazioni e rispondere così in modo completo alla crescita abitativa delle frazioni di Centenaro e Castelvenzago.

La nuova vasca sorgerà in prossimità dell'attuale impianto di depurazione».L'AREA è già stata acquisita e in queste settimane si svolgerà la gara d'appalto.

L'impianto progettato da Garda Uno sarà operativo entro la fine del 2018. Avrà un costo di circa 800mila euro finanziati per 300mila dal Comune e il restante dalla società Garda Uno.

Entro la metà di dicembre entrerà in funzione, invece, la stazione di sollevamento del nuovo collettore di San Tomaso e Brodena: «Questo permetterà alle abitazioni situate in prossimità dello stesso collettore - continua Papa - di allacciare definitivamente i propri scarichi. E in questo modo cesserà lo scarico a fondo perduto, riducendo l'inquinamento del sottosuolo, e sarà drasticamente ridotto il disagio, anche economico, per i cittadini costretti al periodico svuotamento delle fosse biologiche».

Novità anche per San Polo di sotto dove è stato progettato sempre da Garda Uno un nuovo tratto che permetterà a circa 20 famiglie residenti di allacciarsi al collettore esistente che transita sulla strada principale.

R.DAR.

Fonte: www.bresciaoggi.it

Data di pubblicazione: Giovedi 16 Novembre 2017

Immagine di copertina: da news originale

 

caricamento...