Gadauno Spa

Bocchio e Faini: "Contratto di lago, per tutelare il Garda da ogni insidia"

 

Mario Bocchio e Massimiliano Faini: "Contratto di lago, per tutelare il Garda da ogni insidia"
Il presidente e il direttore di Garda Uno a TempoRadio

“Si tratta di un patto tra i sindaci di tutto il Garda, che appartenga a una provincia o all’altra non importa, per stilare un protocollo che stabilisca quali azioni fare, quali interventi portare eventulmente avanti, come provvedere per tutelare il lago. La cosa è nata dall’accordo di scopo, per la depurazione”.

Con queste parole, il presidente di Garda Uno, Mario Bocchio, spiega assieme al direttore Massimiliano Faini, cosa sia il “contratto di lago” che vede le varie amministrazioni unite, a tutela di quella che è una regione comune e soprattutto un bene da difendere.

“Non solo la depurazione, si devono tenere presenti anche altri aspetti, come la navigabilità, quello turistico e altro ancora” dicono Bocchio e Faini, ponendo in evidenza l’importanza di preservare la salute del maggiore lago italiano.

“Abbiamo allargato l’area dei servizi, accordandoci con organizzazioni del Trentino. Si vuole, per il futuro, creare una sorta di roaming per cui, coloro che utilizzeranno la mobilità green di Garda Uno, potranno farlo conservando gli eventuali privilegi ottenuti, tramite contratto di utenza domestica” spiegano, parlando di mobilità sostenibile e raccontando anche, che proprio oggi, Garda Uno donerà un pulmino elettrico, all’Anffas di Desenzano (Un pulmino elettrico, all’Anffas di Desenzano: News - Photogallery )

Clicca qui per ascoltare l'intervista completa (Durata: 24:56 min)

News originale: ilgazzettinonuovo.it

Data di pubblicazione: Mercoledì 30 Ottobre 2019

Immagine di copertina: da news originale

 

caricamento...