Gardauno Spa

Sirmione: presentato il progetto di “Comunità Energetica Rinnovabile"

 

Sirmione: presentato il progetto di “Comunità Energetica Rinnovabile"

Un altro Ente pubblico si unisce all'iniziativa firmata Garda Uno con l'obiettivo di perseguire l’autosufficienza energetica.

Anche il Comune di Sirmione entrerà a far parte delle realtà territoriali che in questi mesi stanno vedendo la nascita del nuovo progetto di “Comunità Energetica Rinnovabile” in collaborazione con Garda Uno, presentato in occasione della conferenza che ha visto intervenire Massimiliano Faini Direttore operativo di Garda Uno, Mauro Carrozza vicesindaco di Sirmione e Stella Rosa Consigliere delegato del Comune di Sirmione.

Naturale evoluzione di un percorso intrapreso ormai da quasi un ventennio, è questa una formula di partenariato pubblico/pubblico ove, da una parte, l’Ente è il soggetto che riveste il compito di Referente, Promotore e Aggregatore dell’iniziativa, mentre dall’altra l’azienda quale partner e referente Tecnico, Amministrativo ed Operativo.

Un sodalizio che avvia una simbiosi energetica territoriale destinata ad incrementarsi ed a svilupparsi nel tempo aggregando utenti ed aziende locali che vorranno beneficiare di energia prodotta in modo sostenibile e rinnovabile.

Una necessità stringente vista la sfida globale della Transizione Ecologica e della Sostenibilità Energetica quali obiettivi improrogabili ed imprescindibili in primis gli Enti Locali, al fine di perseguire l’autosufficienza energetica, ridurre l’inquinamento atmosferico e sviluppare la mobilità sostenibile.

Il progetto di “Comunità Energetica Rinnovabile"

L’ipotesi concreta di Comunità Energetica Rinnovabile a Sirmione nasce da un’analisi preliminare fatta dall’azienda e dal Comune che ha portato a valutare tutte le superfici dei tetti degli edifici pubblici adatte all’installazione di impianti fotovoltaici e libere da vincoli paesaggistici.

Grazie a questa attività si prevede inizialmente di installare 7 nuovi impianti fotovoltaici per un totale di circa 390 kilowatt. Con questa potenzialità fotovoltaica installabile si prevede di produrre annualmente circa 430.000 kWh che si sommano agli attuali 60.000 kWh già in produzione sul tetto del Municipio e sul Palasport.

La produzione annua attesa si attesterebbe sui circa 500.000 kWh che equivale ad un fabbisogno di 170 abitazioni. Una discreta quantità di energia che permetterà di accendere la “Comunità Energetica Rinnovabile Sirmione” e, successivamente, espandere con il coinvolgimento dei privati.

Soggetti produttori di energia da fonti rinnovabili che il Comune, con puntuali manifestazioni d’interesse, ricercherà per aggregarli ed incrementare la propria potenzialità di autoprodurre localmente i fabbisogni energetici del territorio di Sirmione.

Per la conduzione della Comunità Energetica Rinnovabile si renderà necessario adottare un puntuale sistema di monitoraggio dei “flussi energetici” tra punti di produzione, autoconsumo e consumatori diffusi su tutto il territorio comunale.

Per affrontare questa necessità tecnologica e gestionale, Garda Uno si è avvalsa di una importante collaborazione; infatti, è già stata siglata una partnership quadriennale con ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), che permetterà lo sviluppo di sistemi per il monitoraggio puntuale tra i vari soggetti coinvolti nella Comunità Energetica Rinnovabile.

Il sistema di monitoraggio avrà un importante compito: ottimizzare la coincidenza tra produzione e consumo per il raggiungimento di un ottimale equilibrio tra l’energia prodotta e quella utilizzata all’interno della Comunità Energetica Rinnovabile.

Il fattore che verrà premiato per i prossimi 20 anni sarà proprio quello della “condivisione” energetica. L’Ente preposto al riconoscimento di tale incentivo sarà il Gestore servizi energetici (Gse).

Il soggetto che incasserà la premialità sarà il Comune che avrà poi il successivo compito di ridistribuirla ai partecipanti alla Comunità Energetica Rinnovabile Sirmione.

L'obiettivo primario delle CER è fornire benefici ambientali, economici e sociali a livello di comunità ai propri soci, attraverso la produzione, l'autoconsumo e la condivisione dell'energia prodotta, anche attraverso l’accumulo. I benefici sociali che si possono raggiungere sono numerosi quali: la maggiore indipendenza energetica; la lotta alla povertà energetica; l’attivazione di nuovi servizi energetici di pubblica utilità; una maggiore consapevolezza dei cittadini verso il risparmio energetico; di fatto si possono applicare i principi della sharing economy e questo può favorire la nascita di scambi non solo di energia, ma anche di beni e di servizi tra i membri della comunità.

Un obiettivo di rilievo, dato il periodo di difficoltà economica che stiamo affrontando è quello economico, infatti con la formazione delle comunità energetiche avremo dei risparmi sulla bolletta per l’energia autoconsumata, con ricavi dalla vendita di energia degli impianti di proprietà della CER, l’accesso agli incentivi dedicati ed i proventi economici possono essere re-distribuiti ai membri o essere usati per erogare nuovi servizi alla comunità.

Fonte: gardatoday.it

Data di pubblicazione: Giovedì 29 Settembre 2022

Links: comune.sirmione.bs.it

Scopri le Comunità Energetiche di Garda Unogardauno.it/it/comunita-energetiche

Fotografia di copertina: Eway, auto e scooter sharing elettrico di Garda Uno

 


 

Vedi anche: 

Garda Uno presenta le Comunita’ Energetiche
Info, domande e risposte sulle Comunità di Energia Rinnovabile

Lunedì 19 settembre 2022, presso la Sala Consiliare di Palazzo Municipale, il Direttore Operativo di Garda Uno Massimiliano Faini ha introdotto a Leno le Comunità Energetiche.

Incontro che ha permesso di entrare nei dettagli delle Comunità di Energia Rinnovabile (CER) e dare risposte alle domande poste dal consiglio comunale.

AUDIO

CLICCA QUI per ascoltare la relazione di Massimiliano Faini.
(formato .mp3 - 18,7 MB - 15.27 min.)

CLICCA QUI per ascoltare le domande poste dai consiglieri comunali.
(formato .mp3 - 21,4 MB - 18.59 min.)

VIDEO

Clicca sui seguenti link per il video della relazione di Massimiliano Faini.

PARTE PRIMAPARTE SECONDA

CLICCA QUI per il video dedicato alle domande poste dai consiglieri comunali.

 

caricamento...