Gadauno Spa

ilgazzettinonuovo.it: Bocchio “I comuni di Garda Uno superano il 70% di differenziata”

Il presidente di Garda Uno sulle frequenze di TempoRadio .

”Stiamo tutti lavorando alacremente per mettere le basi per quella che dovrà diventare una nuova realtà, come sancito dalle nuove norme”.

Il presidente di Garda Uno, Mario Bocchio, spiega con semplicità come cambierà, nel prossimo futuro, la gestione del servizio idrico.

Rispondendo agli ascoltatori spiega che si era cercato di costituire un’identità unica, che abbracciasse tutto il Basso Garda, comprendendo anche le colline dell’Alto Mantovano, sostenendo che ”i pesci non hanno targa”, ma che le Regioni si oppongono al progetto.

Nonostante questo proseguirà la collaborazione con aziende omologhe, come Sisam, anche se in altri ambiti.

Grazie alle azioni intraprese, i cittadini dovrebbero poter continuare a beneficiare lo stesso servizio idrico ed avere la stessa sede aziendale, dove recarsi in caso di bisogno.

Il presidente parla quindi della necessità di costruire un nuovo sistema di fognature, che porti all’eliminazione della rete sublacuale, obsoleta e pericolosa, ricordando l’importanza di quella che è la riserva d’acqua potabile più importante d’Italia, che costituisce anche uno dei punti turistici di maggiore importanza della nazione, essendo quindi, un motore essenziale per l’economia dell’intera Italia.

”La differenziazione dei rifiuti supera il settanta per cento”, dice con orgoglio Mario Bocchio, parlando di igiene urbana.

Entro l’anno, almeno il novanta per cento dei Comuni lacustri serviti da Garda Uno, dovrebbe passare alla raccolta della spazzatura, con sistema porta a porta”.

Clicca qui per Il video integrale dell’intervista a Mario Bocchio

News originale: ilgazzettinonuovo.it

Data di pubblicazione: Mercoledi 20 Gennaio 2016

Fotografia di copertina: Mario Bocchio, Archivio Garda Uno Spa

caricamento...