Gadauno Spa

Giornale di Brescia: porta a porta per dire addio al turismo dei rifiuti

Raccolta «porta a porta» per dire addio al turismo dei rifiuti – Entro la primavera al via il nuovo metodo. Obiettivo è il 65% di differenziata.

Entro primavera la raccolta dei rifiuti sarà porta a porta. Anche San Felice si converte al sistema adottato in tutti i Comuni limitrofi e preferito dal 70% dei paesi lombardi.

Il percorso è cominciato a dicembre, con una delibera della Giunta che ha ufficializzato la scelta: «Puntiamo al 65% di raccolta differenziata entro la fine del 2016 – spiega l’assessore all’Ambiente Rodolfo Trenti -.

Attualmente siamo al 50%. Una percentuale comunque rispettabile, raggiunta soprattutto grazie alla sensibilità dei feliciani e alla scelta dell’Amministrazione di installare sul territorio micro-isole ecologiche con cassonetti specifici per ogni tipo di rifiuto».

Il porta a porta al via in primavera sarà «spinto», cioè con la raccolta a domicilio di tutti i rifiuti: «Nei prossimi mesi – sottolinea l’assessore – saranno organizzate riunioni informative con Garda Uno, e di sensibilizzazione sulle “best practices”, vale a dire le modalità per differenziare al meglio e per ridurre la quantità dei rifiuti prodotti, riduzione possibile con semplici azioni quotidiane.

L’obiettivo è dunque di spingere i cittadini sia a produrre meno scarti, sia a smaltirli nella maniera più adeguata».

Ma non solo, perché con l’entrata in funzione della raccolta a domicilio «si supererà la frammentazione attuale – conclude Trenti – che vede San Felice attorniato da Comuni dove già è in vigore il porta a porta: Manerba, Puegnago e Salò».

In questo modo si risolverà un problema non da poco, quello del «turismo dei rifiuti»: l’immondizia dei «pigri» residenti nei paesi confinanti non finirà più a San Felice.

A. SC.

Fonte: Giornale di Brescia

Pubblicato: Martedi 12 Gennaio 2016

Links: comune.sanfelicedelbenaco.bs.it

Fotografia di Copertina:  da articolo originale

ProntoWeb - Il sistema aziendale 24 ore su 24

Per soddisfare le richieste degli Utenti, Garda Uno mette a loro disposizione una serie di strumenti informatici che consentono una reale comunicazione col Gestore del Servizio.

Il portale “PRONTOWEBmette in grado gli Utenti di interagire col sistema informativo aziendale attraverso Internet, canale oggi sempre più diffuso e familiare.

Collegandosi con un semplice browser è possibile accedere in tempo reale alle informazioni tipiche di uno sportello e compiere le operazioni direttamente da casa. L’utente potrà così interagire con il sistema aziendale 24 ore su 24 e potrà facilmente accedere alle informazioni, qualunque sia il tipo di computer o il paese di origine della chiamata.

Il portale PRONTOWEB contribuisce pertanto al miglioramento delle prestazioni erogate dall’Azienda oltre ad ottimizzare i flussi di comunicazione con l’Utenza.

Clicca qui per maggiori informazioni

 


 

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice

Il nuovo servizio 'live on line' mette in contatto l'utente con un nostro operatore direttamente dalla Home Page del sito web gardauno.it.

Cliccando su "Supporto live on line", in basso a destra su computer, tablet e smartphone, si accede alla 'Chat' in tre semplici passi: Inserisci il tuo nome - Scrivi un messaggio - Avvia Chat.

 

La risposta alle vostre domande da parte di un operatore di Garda Uno sarà immediata.

Inoltre, attivato in Home Page anche il servizio FAQ (Frequently Asked Questions) che permette di trovare risposte a domande ricorrenti quali:

  • Come e dove posso pagare la bolletta del Servizio Idrico o GPL?
  • C'è un sistema on line da dove posso avere informazioni in autonomia sul mio contratto?
  • Come si legge un Contatore dell'Acqua?
  • Quali tariffe del Servizio Idrico sono applicate da Garda Uno?

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice.

 

caricamento...