Gadauno Spa


MILANO. «Occorre una conferma sulle modalità e i tempi con cui il ministero dell'Ambiente metterà realmente a disposizione il finanziamento di 100 milioni di euro per realizzare gli investimenti...

MILANO. «Occorre una conferma sulle modalità e i tempi con cui il ministero dell'Ambiente metterà realmente a disposizione il finanziamento di 100 milioni di euro per realizzare gli investimenti necessari alla soluzione del collettamento e depurazione del lago di Garda» Così l'assessore regionale all'Ambiente, Claudia Terzi al termine dell'incontro dedicato alla riqualificazione del sistema di raccolta reflui del Garda.

«Oggi erano presenti tutte le parti in causa (Ato, Provincia di Mantova, provincia di Brescia, Acque Bresciane, Garda Uno e Regioni Veneto e Lombardia) - prosegue l'assessore regionale - insieme abbiamo condiviso il lavoro svolto in questi mesi che ha consentito di definire una prima ipotesi di crono-programma per la realizzazione del collettamento delle due sponde e l'attuazione di un impianto di depurazione al servizio dei comuni della sponda lombarda del Garda.

Entro novembre presenteremo al ministero il quadro di fattibilità sulla cui base dovrà erogare il finanziamento».

Il costo relativo agli investimenti della nostra regione ammonta a circa 130 milioni di euro, sessanta dei quali in capo al ministero.

La possibilità di procedere è legata al processo di riorganizzazione del servizio idrico, in fase di compimento. Come già accaduto per altre province, «il lavoro di squadra - spiega Terzi - è fondamentale poiché consente maggiori fondi e una maggiore capacità operativa.

Noi continuiamo a fare la nostra parte andando avanti con la programmazione, in perfetta sinergia con il Veneto».

News originale: gazzettadimantova.gelocal.it

Data di pubblicazione: Martedi 17 ottobre 2017

Fotografia di copertina: Da news originale

 

caricamento...