Gadauno Spa


Garda Uno lavora a uno sviluppo articolato della mobilità sostenibile
Il presidente Mario Bocchio: “Collaborazioni con città dell’area balcanica”.

L’area omogenea del bacino idrografico del Garda in cui, attualmente, le infrastrutture e i servizi pubblici sono spesso mantenute isolate, prive di interoperabilità e non in linea con le attuali tecnologie intelligenti, è chiamata a un’importante scelta strategica finalizzata a uniformare il sistema e la politica di gestione.

Il recente Cda di Garda Uno, partendo da questa riflessione ha messo in luce l’esigenza di prevedere nuove collaborazioni e partecipazioni con enti pubblici, quali la Provincia di Brescia e le multiutility lombarde e venete per lo sviluppo della mobilità sostenibile, dei servizi smart e di altri settori economici.

Dice il presidente Mario Bocchio: “Il network locale si implementerà di importanti cooperazioni con alcune città dell’area balcanica, per la precisione della Croazia, della Serbia e della Bosnia dove un’apposita convenzione-quadro stipulata con il coinvolgimento della nostra Provincia, governerà consulenze e attività indirizzate al riuso delle varie esperienze, maturate da Garda Uno e da Palazzo Broletto, nella gestione dei servizi pubblici”.

Finora la società ha stipulato accordi di collaborazione per tecnologie di servizi, mobilità ed energia con le venete Agsm e Ags e con la mantovana Sisam. All’estero, Garda Uno ha avviato partnership con i comuni di Sabac (Serbia), Fiume (Croazia), Bajaluka (Bosnia) e con altri importanti centri dei Balcani.

“Si tratta di incarichi progettuali per i quali” – rileva il direttore operativo del settore, Massimiliano Faini – “siamo in attesa dell’atto formale e che riguardano le attività di rifiuti, ciclo idrico, smart e idroelettrico con i centri di Sabac, Bajaluka e Fiume”.

I fatti concreti. Gi investimenti nel settore energia da fonti rinnovabili saranno di 105 mila euro entro fine anno, di 107 mila nel 2019, di 132 mila nel 2020.

Le previsioni dei risultati, al netto dei costi, si aggirano su 822 mila euro per quest’anno e di circa 850 mila nel 2019

Tra le altre cose, nell’illuminazione pubblica sono in avvio di gestione i comuni di Verolanuova, Magasa e Pozzolengo.

Novità anche nel servizio mobilità. Confermata la crescita del numero di ricariche per veicoli elettrici.

Nel 2019 Garda Uno realizzerà altre 16 stazioni di media potenza in località gardesane.

Fonte: ilgazzettinonuovo.it

Data di Pubblicazione: Mercoledì 03 Ottobre 2018

Immagine di copertina: da news originale

 

caricamento...