Gadauno Spa



Differenziata, Gardone Riviera stupisce la Cina
Ecologia - Il consigliere comunale Stefano Ambrosini relatore a Qingdao nel congresso internazionale sull'«economia della conoscenza» - «Siamo passati in 5 anni dal 26,8 all'80 per cento Ma soprattutto è triplicata la quota di riciclaggio».

Sbarca in Cina il modello virtuoso della raccolta differenziata del Comune di Gardone Riviera. Gli interessanti risultati raggiunti nella «città giardino» dal 2012 sono stati presentati da Stefano Ambrosini, consigliere comunale delegato all'ambiente e innovazione tecnologica, alla sesta edizione annuale del Bit's congress of knowledge economy a Qingdao, megalopoli da 8 milioni di abitanti della provincia di Shandong, nella parte est della Cina.

Simposio partecipato anche da Shuji Nakamura, scienziato giapponese vincitore del Premio Nobel per la Fisica 2014. Il 37enne Stefano Ambrosini, che è anche amministratore di una ditta bresciana del settore, la Waste management specialist srl, ha sottolineato con orgoglio i progressi qualitativi ottenuti nella sua Gardone Riviera: «La raccolta differenziata - ricorda Ambrosini - con l'avvio del porta a porta è passata dal 26,86% del 2012 al 53,63% e nel 2013, e con l'applicazione della tariffa puntuale nel 2014 al 67,04%.

Con il nuovo calcolo della raccolta differenziata, il Comune si assesta poi all'80% costante dal 2016 al 2018».
IL DATO forse più significativo è la riduzione della produzione pro capite di secco residuo che passa dai 585 chili per abitante all'anno del 2012 fino ai 153,49 del 2018.

«Risultati importanti - sottolinea - con un balzo del +197% nella raccolta differenziata con l'applicazione del nuovo sistema di raccolta dal 2012 ad oggi.

La cittadinanza ha risposto in modo costante in questi anni e l'incentivo della tariffazione personale - ha aggiunto - ha fatto sì che si siano raggiunti risultati prima impensabili».

Traguardi raggiunti grazie anche alla sinergia con il settore tributi del Comune di Gardone Riviera che ha reso possibile l'impresa niente affatto scontata di avviare un sistema di tariffazione personale in un ambito complesso come quello del lago di Garda.

«Dal 2014 ad oggi Gardone Riviera - sottolinea Stefano Ambrosini - è l'unico Comune che è partito nell'ambito del Garda Uno con questo sistema oltre a essere stato il primo nazionale ad applicare un regime tributario in deroga ai coefficienti del Tua».

Quali invece le differenze con il sistema di raccolta cinese? «Noi in Italia - spiega - possiamo contare di cinque tipologie di raccolta; umido, indifferenziato, vetro, carta, imballaggi di plastica e metallo.

In Cina c'è invece il porta a porta con tre tipologie: nel secco nel quale rientrano materiali riciclabili come carta, vetro e plastica tutti nello stesso bidone».

L.SCA.

Fonte: bresciaoggi.it

Data di pubblicazione: Venerdì 27 Settembre 2019

Immagine di copertina: da news originale (Stefano Ambrosini, consigliere comunale di Gardone Riviera)

 

caricamento...