Gadauno Spa

Non rispettano ancora la corretta procedura di depurazione delle acque di scarico o, peggio ancora, non hanno alcun sistema di depurazione e scaricano direttamente nei corsi d’acqua. In totale sono circa una sessantina i comuni bresciani a rischio di infrazione da parte dell’Unione Europea, che ha recentemente messo nero su bianco la lista dei paesi inadempienti.

La speranza è quella che tutti i comuni aderiscano presto al progetto del gestore unico provinciale, per il quale da tempo si sta lavorando; il Broletto ha già stanziato 10 milioni di euro nel progetto che cercherà, entro settembre, di riunire sotto uno stesso tetto i comuni attualmente gestiti da Aob2, A2A ciclo idrico, Asvt, Vallecamonica Servizi e Garda Uno.

I comuni addirittura senza depurazione sono otto, tutti in Valle Trompia dove da anni si cerca senza successo di realizzare un depuratore unico, cosa che invece pare prossima al traguardo per i comuni del Garda che hanno scelto Visano che sede del futuro impianto.

I comuni valtriumplini privi di depuratore sono Collio, Concesio, Gardone Val Trompia, Lumezzane, Marcheno, Marmentino, Sarezzo e Villa Carcina. La situazione è un po’ meno drammatica in una cinquantina di altri comuni bresciani, dalla Bassa alle altre valli fino al lago d’Idro.

L’obiettivo del Broletto è quello, come detto, di riunire sotto un’unica regia i comuni, per far sì che il nuovo organismo possa convogliare sulla nostra provincia i fondi europei necessari ai lavori che avrebbero un costo stimato di 860 milioni di euro.

Anche le multe in caso di inadempienza però sarebbero salate, pari a circa 160 milioni di euro l’anno fino alla risoluzione del problema. Insomma, meglio fare in fretta.
(red.)

News correlata: brescia.corriere.it

Fonte: www.bsnews.it

News originale: clicca qui

Pubblicato: Mercoledi 03 Giugno 2015

Fotografia di copertina da news originale e news correlata

ProntoWeb - Il sistema aziendale 24 ore su 24

Per soddisfare le richieste degli Utenti, Garda Uno mette a loro disposizione una serie di strumenti informatici che consentono una reale comunicazione col Gestore del Servizio.

Il portale “PRONTOWEBmette in grado gli Utenti di interagire col sistema informativo aziendale attraverso Internet, canale oggi sempre più diffuso e familiare.

Collegandosi con un semplice browser è possibile accedere in tempo reale alle informazioni tipiche di uno sportello e compiere le operazioni direttamente da casa. L’utente potrà così interagire con il sistema aziendale 24 ore su 24 e potrà facilmente accedere alle informazioni, qualunque sia il tipo di computer o il paese di origine della chiamata.

Il portale PRONTOWEB contribuisce pertanto al miglioramento delle prestazioni erogate dall’Azienda oltre ad ottimizzare i flussi di comunicazione con l’Utenza.

Clicca qui per maggiori informazioni

 


 

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice

Il nuovo servizio 'live on line' mette in contatto l'utente con un nostro operatore direttamente dalla Home Page del sito web gardauno.it.

Cliccando su "Supporto live on line", in basso a destra su computer, tablet e smartphone, si accede alla 'Chat' in tre semplici passi: Inserisci il tuo nome - Scrivi un messaggio - Avvia Chat.

 

La risposta alle vostre domande da parte di un operatore di Garda Uno sarà immediata.

Inoltre, attivato in Home Page anche il servizio FAQ (Frequently Asked Questions) che permette di trovare risposte a domande ricorrenti quali:

  • Come e dove posso pagare la bolletta del Servizio Idrico o GPL?
  • C'è un sistema on line da dove posso avere informazioni in autonomia sul mio contratto?
  • Come si legge un Contatore dell'Acqua?
  • Quali tariffe del Servizio Idrico sono applicate da Garda Uno?

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice.

 

caricamento...