Gadauno Spa

Collettore del Garda: la proposta di co-finanziamento coinvolge la Regione




Si è tenuto mercoledì a Bardolino un incontro pubblico a Bardolino tra Enti, Comuni e Associazioni, al quale ha partecipato anche l'Onorevole del PD Alessia Rotta, che ha confermato la disponibilità del Governo a stanziare 100 milioni per l'opera.

Enti, Comuni e Associazioni per la prima volta insieme nella realizzazione del nuovo collettore del Lago di Garda. Mercoledì pomeriggio a Bardolino, nell’ambito di un incontro pubblico a Villa Carrara Bottagisio, è stata presentata una proposta di cronoprogramma e co-finanziamento dell’opera per la sponda veronese con l’obiettivo di coinvolgere la Regione Veneto.

Presente anche l’Onorevole Alessia Rotta, parlamentare veronese del Partito Democratico, che ha riconfermato la disponibilità del Governo a stanziare 100 milioni di euro complessivi tra sponda veronese e bresciana per realizzare l’opera.

“In questo momento occorre accelerare il progetto ed era importante oggi raccogliere l’impegno di tutti a collaborare – commenta l’Onorevole Rotta – sia dal punto di vista economico sia da quello progettuale. I 100 milioni di euro dal Governo ci sono, attualmente sono al Ministero dell’Economia e delle Finanze e a breve saranno ricollocati al Ministero dell’Ambiente. Si tratta di un momento importante per il collettore e adesso serve concretezza da parte di tutti per realizzare quest’opera”.

Alla presenza dell’ATO Veronese, nella persona del presidente Mauro Martelli, i gestori Azienda Gardesana Servizi con il presidente Alberto Tomei e Depurazioni Benacensi con l’amministratore unico, Angelo Cresco e gli stakeholder del territorio: ATS, Giovanni Peretti; Confcommercio Verona, Paolo Arena; Consorzio Lago di Garda Veneto, Paolo Artelio; Assogarda Camping, Giovanni Bernini e Federalberghi Garda Veneto, Marco Lucchini hanno presentato un piano di cronoprogramma e co-finanziamento per la realizzazione della sponda veronese del collettore del Lago di Garda.

La proposta di copertura economica del progetto, la cui realizzazione è stata stimata in 8 anni, prevede la quota del contributo da parte del Governo (circa 39 milioni per la sponda veronese) e ipotizza la destinazione del 20% all’anno della tassa di soggiorno dai Comuni per la durata dei lavori, al contributo da parte della Regione Veneto di 3 milioni all’anno per gli 8 anni di durata dei lavori, mentre la parte rimanente proveniente da fonte tariffaria. A cui si aggiungerebbe un milione di contributo messo a disposizione dal presidente della Provincia di Verona, Antonio Pastorello che ha partecipato all’evento.

All’incontro presenti anche Massimo Giorgetti, vicepresidente del Consiglio Regionale e gli Assessori Elisa De Berti e Gianpaolo Bottacin. Quest’ultimo ha ribadito la volontà della Regione di partecipare al progetto: “Spero che da parte del Governo arrivi presto la formalizzazione del contributo. Ci sarà un confronto con il Presidente Zaia, ma in questa sede voglio ribadire la presenza della Regione per un’opera così fondamentale per il Lago di Garda”.
Soddisfatto dell’incontro anche Alberto Tomei, presidente di Azienda Gardesana Servizi: “Il collettore è un’opera che vede coinvolti tutti, la salute del nostro lago, l’economia e il turismo. Per questo la realizzazione del progetto deve essere un’azione condivisa e concreta con l’impegno, anche economico, dei comuni, degli enti e delle associazioni”.

In platea anche il presidente di Garda Uno, Mario Bocchio, il vicepresidente della provincia di Brescia, Andrea Ratti e il direttore generale ATO di Brescia, Marco Zemello.


Fonte: veronasera.it

Data di pubblicazione: Giovedi 31 Agosto 2017

Fotografia di copertina: da news originale

 

ProntoWeb - Il sistema aziendale 24 ore su 24

Per soddisfare le richieste degli Utenti, Garda Uno mette a loro disposizione una serie di strumenti informatici che consentono una reale comunicazione col Gestore del Servizio.

Il portale “PRONTOWEBmette in grado gli Utenti di interagire col sistema informativo aziendale attraverso Internet, canale oggi sempre più diffuso e familiare.

Collegandosi con un semplice browser è possibile accedere in tempo reale alle informazioni tipiche di uno sportello e compiere le operazioni direttamente da casa. L’utente potrà così interagire con il sistema aziendale 24 ore su 24 e potrà facilmente accedere alle informazioni, qualunque sia il tipo di computer o il paese di origine della chiamata.

Il portale PRONTOWEB contribuisce pertanto al miglioramento delle prestazioni erogate dall’Azienda oltre ad ottimizzare i flussi di comunicazione con l’Utenza.

Clicca qui per maggiori informazioni

 


 

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice

Il nuovo servizio 'live on line' mette in contatto l'utente con un nostro operatore direttamente dalla Home Page del sito web gardauno.it.

Cliccando su "Supporto live on line", in basso a destra su computer, tablet e smartphone, si accede alla 'Chat' in tre semplici passi: Inserisci il tuo nome - Scrivi un messaggio - Avvia Chat.

 

La risposta alle vostre domande da parte di un operatore di Garda Uno sarà immediata.

Inoltre, attivato in Home Page anche il servizio FAQ (Frequently Asked Questions) che permette di trovare risposte a domande ricorrenti quali:

  • Come e dove posso pagare la bolletta del Servizio Idrico o GPL?
  • C'è un sistema on line da dove posso avere informazioni in autonomia sul mio contratto?
  • Come si legge un Contatore dell'Acqua?
  • Quali tariffe del Servizio Idrico sono applicate da Garda Uno?

Comunicare con Garda Uno è ora ancora più semplice.

 

caricamento...