Gadauno Spa

Il «mostro del Garda» si è trovato la fidanzata? La risposta razionale è no, perchè non esistono prove scientifiche e inoppugnabili della sua esistenza, nemmeno dopo sei secoli di leggende, testimonianze, presunti avvistamenti.

Ma qualunque cosa sia quella creatura che in tanti giurano di aver visto o addirittura fotografato nel lago (un grosso pesce siluro? Uno storione da record?) la novità è che «il mostro» non è più solo.

PER LA PRIMA VOLTA sono due le strane forme in movimento captate dagli strumenti di un Rov, piccolo robot subacqueo dotato di sonar a scansione elettronica per le ispezioni del fondale.

Le immagini arrivano dai fondali al largo di Manerba (il luogo dei primi avvistamenti riportati nel XVI secolo dai frati francescani) e fanno inarcare le sopracciglia: due sagome in movimento a forma di pesce, con tanto di pinne laterali e di branchie. La più grande, misurata dal computer, è lunga circa 7 metri, la più piccola poco meno. Appaiono affiancate, come intente nella «frega», l’atto amoroso dei pesci.

L’avvistamento risale alla scorsa settimana, come racconta Angelo Modina, sommozzatore professionista di Toscolano specializzato nell’immersione tecnica e nelle riprese subacquee: «Stavamo provando le attrezzature prima di iniziare tra pochi giorni a controllare le condotte fognarie subacquee, per conto di Garda Uno – spiega Modina, del gruppo “Deep Explorers” – quando sul monitor è apparsa la sagoma di uno o forse due grossi pesci delle dimensioni di sei o sette metri di lunghezza».

Come nell’aprile del 2012: quella volta il sonar di Modina individuò un «serpentone» di quasi 8 metri. «Potrebbe trattarsi di uno storione o di un pesce siluro», fu l’analisi di un biologo marino del gruppo di ricerca «Biosphera», intervistato dalla tv tedesca Zdf per uno «speciale» andato in onda nel 2013.

UNO STORIONE così grande? Non è impossibile: il più grosso mai pescato, nel 1827 all’estuario del Volga, misurava 7 metri e 30 centimetri.

Quanto ai pesci siluro, il Mincio è pieno di esemplari sopra i 90 chili mentre sul Garda, la scorsa estate, un gruppo di pescatori subacquei riferì di averne preso uno di 80 chili tra Bardolino e Sirmione.

E allora? Forse c’è davvero una coppia di pesci siluro nelle immagini del sonar, o forse solo degli agglomerati di alghe. Certo è che la sagoma sembra proprio quella di un enorme pesce. Anzi due.

Luciano Scarpetta

Fonte: m.bresciaoggi.it

News originale: clicca qui

Data di pubblicazione: Mercoledi 27 gennaio 2016

Links: comune.manerbadelgarda.bs.it

Fotografia di copertina: da news originale

caricamento...