Gardauno Spa

Bocchio e Faini, occorre cambiare mentalità sia come consumatori che produttori di energia

 

Mario Bocchio e Massimiliano FAini: “Occorre cambiare mentalità sia come consumatori che produttori di energia”.
Il presidente e il direttore di Garda Uno a TempoRadio

“Occorre che tutti cambiamo mentalità, per quanto riguarda l’energia. Sia come consumatori, che come produttori” affermano Mario Bocchio e Massimiliano Faini, rispettivamente presidente e direttore di Garda Uno.

Società partecipata pubblica, impegnata in prima linea nel risolvere la crisi energetica, grazie alla costituzione di comunità energetica e realizzando molte iniziative, per quanto riguarda il territorio servito, che va dal Garda, passa per la Bassa e arriva a Provaglio d’Iseo, Garda Uno oggi è da esempio per tante aziende omologhe.

Sfruttando le risorse locali, messe a disposizione dalla natura, si può fare molto per ridurre il costo energetico, arrivando, in alcuni casi, ad essere indipendenti.

“Credo che quello di Magasa sia l’esempio di una comunità ormai autosufficiente. E pensare che non abbiamo alterato il territorio, nessuna chiusa, nessuna diga, solo un impianto all’interno del sistema di potabilizzazione dell’acqua” dice Mario Bocchio, che passa la parola a Massimiliano Faini, che spiega come anche la mobilità sostenibile sia un modo per rispondere agli aumenti.

Entrambi affermano che non ci sia più tempo da perdere. Il rischio di un blackout generale, di un’interruzione della fornitura di gas, non è più così remoto. Occorre prepararsi, per far fronte a un’emergenza, con la quale conviviamo da ormai troppo tempo.

CLICCA QUI per ascoltare l’intervista completa in formato .mp3 - (25:09 Min. - 36,2MB) 

CLICCA QUI per vedere il video (YouTube) 

Fonte: ilgazzettinonuovo.it

Data di pubblicazione: Mercoledì 31 Settembre 2022

Scopri le Comunità Energetiche di Garda Unogardauno.it/it/comunita-energetiche

VIDEO: Garda Uno: info, domande e risposte sulle Comunità di Energia Rinnovabile

 

caricamento...