Gadauno Spa

Bocchio e Faini: Garda Uno, un'azienda in continua evoluzione, capace di rinnovarsi sempre


Mario Bocchio e Massimiliano Faini: Garda Uno, un'azienda in continua evoluzione, capace di rinnovarsi sempre

Un antico detto recita “dura lex sed lex” e seguendo questa filosofia, i vertici di Garda Uno, dopo due anni di discussioni, hanno dovuto chinare il capo e accettare ciò che le Autorità impongono.

“Pensiamo solo al fatto che si parla di fare un gestore unico, anche per la raccolta dei rifiuti” aggiunge il presidente di Garda Uno, Mario Bocchio, rispondendo ai tanti messaggi di ascoltatori, che protestano per la scelta di cedere ad Acque Bresciane, il ramo idrico dell’azienda.

Assieme al direttore, Massimiliano Faini, spiega come i vertici della partecipata benacense, siano però riusciti ad ottenere garanzie sul fatto che i quattro quinti degli introiti, provenienti dalle bollette, restino sul territorio, per fare investimenti e ricordano che in questo modo, le spese importanti, per la costruzione del nuovo collettore sublacuale, saranno ripartite su tutta la provincia, gravando di meno sui cittadini gardesani.

“Non a caso abbiamo detto che Garda Uno è un’azienda in evoluzione continua, sempre capace di rinnovarsi” aggiungono gli amministratori che parlano di quanto si stia facendo, per favorire la mobilità elettrica, con i punti di ricarica.

“Interessante notare che il quaranta per cento di chi ne fruisce, sia stranero” dice Faini, parlando anche di Car Sharing, servizio favorito dal ministero, che prevede quattro postazioni, dotate di colonnine di ricarica, accessibili tramite telefonino, dove l’utente potrà trovare auto e motorini elettrici, da utilizzare per i propri spostamenti.

“Desenzano, Salò e Toscolano ci hanno affidato i servizi cimiteriali, questa è la nuova sfida che abbiamo deciso di affrontare” dicono quindi, ricordando sempre come Garda Uno sappia sempre accettare nuovi incarichi, pur mantenendo il bagaglio di conoscenze che deriva dalle precedenti esperienze.

Proprio per questo, l’azienda sta collaborando con i Paesi balcanici, su diretta richiesta delle loro autorità, per realizzare progetti per migliorare o addirittura portare il servizio idrico.

Podcast: clicca qui per l'intervista completa in formato .mp3 | 27:43 min - 4.8MB

Fonte: ilgazzettinonuovo.it

Data di pubblicazione: Mercoledi 18 Aprile 2018

Immagine di copertina: da news originale

 

caricamento...