Gardauno Spa

 

I droni in missione contro il Great Pacific Garbage Patch

Alcune organizzazioni che si occupano di protezione degli ambienti oceanici stanno unendo le forze per ripulire l'enorme vortice di rifiuti marini noto come Great Pacific Garbage Patch utilizzando anche droni anfibi per raccogliere informazioni utili ad un ulteriore sviluppo di strategie e tecniche di raccolta dei rifiuti in mare.

..

Si dice che questa massa di rifiuti, che copre circa 1,6 milioni di chilometri, sia aumentata di dieci volte ogni decennio a partire dagli anni '40. Sono detriti che non si accumulano, come molti pensano, a formare corpi delle dimensioni di un'isola o di un continente. Galleggiano liberamente, la maggior parte situata in due regioni principali.

I gruppi ambientalisti senza scopo di lucro Oceans Unmanned, Inc. e The Ocean Cleanup utilizzeranno immagini e dati per determinare come raccogliere i rifiuti dall'oceano e riportarli a terra.

"Si stima che attualmente oltre cinque trilioni di pezzi di plastica ricoprano l'oceano e si accumulino in cinque 'macchie' di immondizia oceaniche, la più grande delle quali è la Great Pacific Garbage Patch situata a metà strada tra la California e le Hawaii", ha spiegato una dichiarazione di Oceans Unmanned annunciando la partnership.

..

Oceans Unmanned lancerà i droni anfibi Aeromao Talon dalle navi di Ocean Cleanup per voli di ricognizione della durata di due ore. Per massimizzare la durata delle missioni e la raccolta di dati i droni effettueranno atterraggi in acqua una volta esaurite le batterie per essere recuperati da imbarcazioni più piccole.

..

Fondata nel 2013 per combattere l'ondata crescente della spazzatura oceanica, Ocean Cleanup lancerà la terza versione aggiornata della tecnologia che ha sviluppato per raccogliere i rifiuti galleggianti. Gran parte di quella spazzatura è relativamente piccola e difficile da rilevare e raccogliere. Il gruppo crede che i sistemi aerei senza equipaggio (UAS - Unmanned Aerial Vehicle) saranno la chiave per aumentare i suoi sforzi.

"Abbiamo eseguito con successo una valutazione di fattibilità sul telerilevamento basato su UAS per la quantificazione e il rilevamento della plastica galleggiante nel 2018", ha affermato Robin de Vries, analista geospaziale di Ocean Cleanup. "Quando abbiamo deciso di intensificare quest'area del nostro lavoro, ci siamo rivolti a Oceans Unmanned per via dei loro anni di comprovata esperienza negli UAS marittimi".

..

Un nuovo progetto antinquinamento per il quale, ahimè, il mare è il limite.

News originale e completa in inglese: dronedj.com

Links: marinedebris.noaa.gov - theoceancleanup.com - oceansunmanned.org

Immagine di copertina: da news originale

 

GARDA UNO LAB

Il Progetto - Garda Uno Lab News

 

caricamento...