Gadauno Spa



 

Relazione di Sostenibilità 2017 - Il progetto E-Way

LA MOBILITA’ CASA SCUOLA E CASA LAVORO: IL PROGETTO E-WAY

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha assegnato il contributo al progetto “E-Way”, classificatosi al 23° posto su un totale di 109 progetti su scala nazionale, che prevede la realizzazione  di una rete di car e scooter sharing totalmente elettrici, nata a sostegno del “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa scuola e casa lavoro”, abbinata ad un’azione di divulgazione e di monitoraggio dell’iniziativa.

Il progetto E-Way nasce come proseguimento ideale del programma “100% Urban Green Mobility”. Nel bacino gardesano le persone coinvolte da spostamenti giornalieri al di fuori del Comune di dimora per motivi di studio e di lavoro sono circa 30.000, tra cui gli studenti universitari iscritti negli atenei di Brescia città e di altre province. Le iscrizioni universitarie registrate in provincia di Brescia superano infatti le 10.000 persone.

A questi utenti devono essere aggiunti coloro che, sempre per motivi di scuola o lavoro, giungono sul Lago di Garda da altri comuni mediante spostamento in treno o con altri mezzi pubblici. Il progetto ha valutato le necessità e peculiarità del territorio, individuando possibili interazioni con le altre forme di mobilità presenti e con la rete “100% Urban Green Mobility”. Le reti di colonnine elettriche e stazioni di car sharing si integrano a creare una realtà concreta di mobilità sostenibile facilmente fruibile e ambientalmente sostenibile.

Il protocollo d’intesa condiviso tra Garda Uno ed i Comuni aderenti ad “E-Way” costituisce il primo passo per la creazione di una rete di mobilità sostenibile elettrica che possa comprendere tutto il territorio del lago di Garda e i territori delle Province interessate.



IL PROGETTO E-WAY RIENTRA NEL PROGETTO MINISTERIALE: CREIAMO PA

Il progetto E-Way rientra nel progetto Ministeriale: CReIAMO PA Obiettivi: Crescita delle competenze all’interno della Pubblica Amministrazione nelle tematiche della mobilità sostenibile. Durata del programma CReIAMO PA: 5 anni Temi approfonditi: Mobility Management, PUMS e Sharing Mobility Assistenza tecnica: Sogesid, partecipata del MATTM ed incaricata della valutazione tecnica ed economica dei progetti del bando, costituirà un’“unità di assistenza tecnica” che darà luogo ad un tavolo tecnico ed a dei corsi formativi presso le PA.

 

 

(Gli studenti delle classi 5H e 5I dell'istituto Bazoli sono stati coinvolti all'interno del progetto E-Way, infrastruttura di car e scooter sharing, rientrante nel bando "Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro" indetto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Le classi, ad indirizzo Grafica e Comunicazione, avranno il compito di sviluppare l'intero studio grafico che interesserà sia le stazioni di sharing che la vestizione della flotta messa a disposizione del servizio.

Responsabile di progetto per l'istituto la prof.ssa Elena Dalia, referente per il settore Energia di Garda Uno, Dott. Ing. Laura Maestrini)

 

I NUMERI E-WAY

  • 13 comuni coinvolti (Lonato d/G, Manerba d/G, Moniga d/G, Padenghe s/G, Polpenazze d/G, Puegnago d/G, San Felice d/B, Salò, Sirmione, Soiano d/L, Calcinato, Peschiera d/G in provincia di Verona, e Desenzano d/G, quest’ultimo nelle vesti di capofila)
  • 4 stazioni di car e scooter sharing localizzate in punti strategici per la mobilità e l’intermodalità nei comuni di: Desenzano d/G, Peschiera d/G, Padenghe s/G e Salò
  • 8 Auto full electric
  • 8 Scooter full electric
  • 16 colonnine di ricarica
  • 1 pulmino ad alimentazione elettrica attrezzato per trasporto disabili
  • Unico sistema gestionale sia lato back-end che front-end

 


FACILITY PROGETTO E-WAY

L’utilizzo dei veicoli sarà facilitato dalla disponibilità della rete di colonnine di ricarica elettrica alimentate da fonti rinnovabili “100% Urban Green mobility”.

Integrazione con la rete di trasporto pubblico presente sul territorio, creando possibilità di spostamento intermodale di tipo condiviso e sostenibile.

Saranno facilmente sviluppabili sistemi di car pooling che coinvolgano dipendenti pubblici e privati o, nell’ambito degli accompagnamenti casa-scuola, dei bambini e ragazzi.

Promozione delle possibilità offerte attraverso eventi di formazione e informazione dedicati.

Scarica la Relazione di Sostenibilità 2017

 


Credits:

La realizzazione di questa Relazione è stata possibile grazie al contributo di dipendenti di Garda Uno Spa e alcuni di loro, oggi, sono dipendenti di Acque Bresciane Srl. A tutti va un caro ringraziamento per il loro impegno ed il contributo di informazioni, dati, idee.

La Relazione di Sostenibilità 2017 è redatta a cura di:
Pietro Lazzarini - Direttore Amministrativo, Garda Uno Spa
Stefania Bellini - Segreteria Generale, Garda Uno Spa

Progetto grafico e impaginazione:
Giuseppe Pina - CommunicationWatt

Fotografie:
Michele Troiano - MultimediaMT
Archivio Garda Uno
iStock

Garda Uno Lab: Fotografia a pagina pag. 40 a cura di Mariangela De Luca - Classe 4 H Istituto Statale d’Istruzione Secondaria Superiore  “L. Bazoli” e “M. Polo” - Desenzano del Garda

Vuoi saperne di più? gardauno.it

 


 

Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Proverbio del popolo Navajo

 

caricamento...