Gardauno Spa

 


La Nostra Storia, sezione web dedicata a notizie antecedenti il 2015, data di pubblicazione del nuovo sito web gardauno.it.


 

Rifiuti: col Garda Uno cambiano i cassonetti

Salò - In ottobre si rinnova la raccolta differenziata

Dal 1° ottobre prossimo cambierà l'approccio del cittadino salodiano con i rifiuti solidi urbani.

L'Amministrazione comunale ha diramato, casa per casa, il depliant illustrativo dal titolo "Le pagine verdi di Salò", che contiene dettagliate modalità per la nuova raccolta di carta, plastica, vetro, rifiuti ingombranti, residui vegetali, alluminio, pile, medicinali.

Per la buona riuscita dell'operazione tali modalità devono essere sostanzialmente osservate anche se vere e proprie penalità non esistono.

Basterebbe, tuttavia, che sia sviluppata in ognuno degli utenti la consapevolezza di essere gli artefici della qualità del proprio quadro di vita rivedendo l'attuale rapporto con la realtà ambientale.

L'assessore Nicola Scotti, responsabile del settore, è certo di "poter contare sulla maturità dei cittadini i quali hanno l'opportunità di considerare in modo nuovo e più attento la loro posizione nel contesto della vita urbana, nel loro stesso interesse in termini di spesa e salute".

Infatti, secondo l'assessore, solo con la collaborazione di ciascuno può essere fermata la lievitazione dei costi sostenuti dal Comune per il conferimento del materiale raccolto alle discariche e, cosa assai più importante, può creare attorno a noi spazi più puliti e più salubri.

Con il 1° ottobre, salvo qualche fisiologico ritardo nell'avvio dell'operazione "Salò più pulita", la precedente ditta appaltatrice sarà sostituita dall'azienda speciale Garda Uno cui è stato affidato il servizio. La ditta Igm ha l'obbligo di ritirare tutti i propri cassonetti usati finora e le campane di raccolta attualmente distribuite in città.

L'azienda Garda Uno provvederà alla sostituzione di tutti i contenitori.

I nuovi cassonetti saranno circa 150 e le campane per i rifiuti differenziati saranno collocate in una trentina di punti di raccolta sia al capoluogo che alle frazioni.

Le campane di color bianco serviranno per la carta con l'esclusione di carta plastificata e tetrapak. Questi ultimi andranno gettati nei cassonetti assieme ai rifiuti tradizionali e ciò fino a quando non andrà in funzione la nuova isola ecologica del Cunettone particolarmente attrezzata per la differenziazione voluta.

Nella campane di color giallo verranno immessi gli oggetti di plastica con qualche esclusione elencata nel depliant verde distribuito.

Il vetro dovrà essere conferito nelle campane di color verde e nei medesimi contenitori dovranno essere versati anche le lattine e i barattoli di alluminio.

Pile e medicinali scaduti continueranno ad essere raccolti nei contenitori già in funzione.

La novità è costituita dall'isola ecologica di via Fontane, per alcuni mesi ancora provvisoria in attesa di quella più efficiente del Cunettone, dove saranno conferiti gratuitamente i rifiuti ingombranti ed i rifiuti vegetali.

I primi giorni di ottobre costituiranno, quindi, una prova decisiva per verificare il comportamento dei cittadini i quali sono pronti alla collaborazione richiesta anche con qualche sacrificio in più, l'importante è che dopo il rodaggio iniziale, il servizio si dimostri molto efficiente, tanto da non provocare inutili disagi agli utenti.

Solo così la raccolta differenziata può avere anche successo pratico.

Giuliano Fusi

Fonte: Giornale di Brescia

Data di pubblicazione: Martedì 23 Settembre 1997

Immagine di copertina: da news originale

 

caricamento...