Gardauno Spa

Una nuova sede per Garda Uno

 


PREMESSA GENERALE

 

La presente relazione è stata redatta a supporto della proposta di Sportello Unico per le Attività Produttive avanzata dalla ditta Garda Uno spa, attualmente con sede nel territorio comunale di Padenghe sul Garda, finalizzata alla delocalizzazione, in Comune di Calvagese della Riviera, della sede aziendale che dovrà prevedere di contenere tutte le necessità logistiche e gli spazi direzionali, amministrativi ed operativi, tali da centralizzare tutte le attività attualmente svolte con l’ausilio di diverse sedi operative.

PROPONENTI

Garda Uno s.p.a. Via Italo Barbieri 20 - 25080 Padenghe sul Garda (BS)

PROCURATORE SPECIALE DELLA SOCIETA'

Geom. Massimiliano Faini.


INTERVENTO E ATTIVITA’ IN PROGETTO


UBICAZIONE DEL SITO

Il progetto di delocalizzazione in oggetto è stato studiato in un’area sita nel Comune di Calvagese della Riviera nella frazione di Carzago Riviera, posta ad est dell’abitato. Negli estratti seguenti si riporta l’ubicazione del sito oggetto di SUAP su ortofoto e mappa catastale in disponibilità alla ditta mediante contratto preliminare.

 

STATO DEI LUOGHI

L’area, posta a est dell’abitato consolidato della frazione di Carzago nel Comune di Calvagese della Riviera, è delimitata a sud da Via Trieste, a ovest da comparto ad uso prevalentemente produttivo, a nord da area agricola residua e ad est da area agricola interessata dalla previsione infrastrutturale di livello comunale per connettere la SP 78, a sud dell’abitato di Carzago, con via Polpenazze in direzione della frazione di Bottenago
nel comune di Polpenazze del Garda.

Dal punto di vista orografico l’area risulta pressoché pianeggiante e posta ad una quota leggermente inferiore rispetto alla strada esistente sul limite sud del comparto.

La lieve pendenza da nord verso sud e da est verso ovest ha determinato alcune scelte progettuali riguardante soprattutto la collocazione degli edifici da insediare e relativi accessi ai piazzali interni e agli spazi che verranno riservati all’utenza.

 


 

PROGETTO

 

PREMESSE PROGETTUALI

Il progetto, per soddisfare le aspettative della committenza è stato redatto affrontando i temi principali che si vogliono trasmettere negli edifici in modo che l’opera si confronti e si inserisca nell’ambiente in cui verrà collocata. In primo luogo si è voluto trasmettere il messaggio intrinseco della società Gardauno spa; l’utilizzo di materiali naturali e riciclabili, lo sfruttamento massimo delle risorse energetiche naturali ed il conseguente rispetto dell’ambiente.

In secondo luogo si vuol comunicare un’immagine di trasparenza, sia nel principio operativo che nel principio gestionale direzionale in cui la committente è impegnata.

Per questi motivi, il progetto rimarca le funzionalità principali che lo completa: la parte operativa, la parte direzionale ed il verde che lo circonda.

IMPIANTO GENERALE - MASTERPLAN

Il progetto prevede nel suo impianto generale la collocazione nella parte del lotto di intervento prospiciente la strada comunale di Via Trieste l’edificio destinato a Palazzina Direzionale verso est adiacente l’area verde di rispetto la futura tangenziale, mentre verso ovest (limitrofo l’ambito produttivo esistente) è prevista la realizzazione dell’Edificio operativo.

I due edifici saranno collegati da un tunnel da realizzare alla quota del piano primo dei rispettivi edifici e pertanto idoneo al sottostante passaggio dei mezzi. E’ prevista la realizzazione dell’abitazione del custode, posta centralmente all’estremo nord del lotto nelle vicinanze del confine di proprietà. Tutti gli edifici saranno dotati di impianti per lo sfruttamento delle risorse naturali con pannelli fotovoltaici e geotermia.

 

 


 

PALAZZINA UFFICI DIREZIONALI

Considerato che la Palazzina direzionale sarà la nuova sede operativa della Gardauno s.p.a. si è pensato di proporre una tipologia architettonica che trasmetta i principi innovativi della Committenza:
- Trasparenza;
- Leggerezza;
- Convertibilità dei materiali utilizzati.

Per questo si è pensato ad una architettura high-tech, leggera, trasparente ed in grado di comunicare sia con gli spazi interni sia con l’ambiente esterno circostante.

Una palazzina pensata con struttura in acciaio a vista, protetta da pareti vetrate ed un tetto ventilato orizzontale di ridotto spessore in modo che dia l’impressione di una copertura galleggiante staccata dalle pareti perimetrali e di ridotto impatto ambientale.

Un edificio direzionale che si sviluppa su tre piani fuori terra ed un piano interrato destinato a garage e vani tecnologici.

La struttura in acciaio a vista, il percorso pedonale esterno e i frangisole orizzontali a sbalzo ci permettono di arretrare la parete in vetro che racchiude gli spazi operativi evitando l’effetto “a specchio“, proteggendo nel contempo l’irraggiamento diretto per tutto il periodo dell’anno.

Una soluzione che di per sé riduce di molto la necessità di raffrescamento dei locali nei periodi estivi. Gli uffici direzionali, anch’essi previsti con divisorie interne in vetro, sono stati collocati lungo il perimetro esterno lasciando dei vuoti centrali a tutt’altezza permettendo la distribuzione di un microclima confortevole a tutti i piani. Un adeguato progetto termotecnico ed illuminotecnico contribuirà allo sfruttamento delle risorse naturali che l’edificio, di per sé, riuscirà ad accumulare e ridistribuire in modo equo per tutti gli spazi interni.

EDIFICIO OPERATIVO

La parte operativa verrà svolta in un edificio che racchiuderà l’officina meccanica, gli uffici operativi per la gestione dei mezzi di movimento, servizi igienici e spogliatoi per il personale, saletta riunione, sala per i corsi di aggiornamento con spazi di sosta e relax.

Edificio previsto con struttura di tipo prefabbricato con finiture di qualità con ampie zone vetrate per gli spazi da adibire ad uffici operativi e servizi.

 

AREE SCOPERTE

Nelle aree scoperte di completamento verranno realizzati le seguenti zone:

  • piazzali per il movimento dei mezzi d’opera,
  • zona lavaggio automezzi;
  • zona di deposito container;
  • zone destinate al parcheggio di:

o mezzi aziendali operativi (autocarri, automobili, ecc.), o automobili dipendenti impiegati nell’Edificio Produttivo, o automobili dipendenti impiegati nella Palazzina Direzionale.

All’esterno della recinzione verrà realizzato il parcheggio dei visitatori (utenti) con accesso diretto agli uffici front-office.

CASA CUSTODE/MAGAZZINO

All’interno della piattaforma progettata si è prevista la realizzazione di una palazzina a due piani fuori terra con piano interrato. Il piano primo destinato ad alloggio per il custode, il piano terra da adibire a magazzino e zona di distribuzione dei D.P.I. per il personale operativo. Il piano interrato destinato a garage pertinenziale all’abitazione del custode e parte a magazzino dell’azienda. Palazzina con tipologia tradizionale in opera, dotata di spazi privati a verde e collocata in una posizione strategica per l’attività di custodia.

COMUNE DI CALVAGESE DELLA RIVIERA
REGIONE LOMBARDIA - PROVINCIA DI BRESCIA

GRUPPO DI LAVORO
COORDINATORE Ing. Cesare Bertocchi - ASPETTI LEGALI Avv. Luisa Papa - ASPETTI URBANISTICI E AMBIENTALI (VAS)  Ing. Cesare Bertocchi - PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA Arch. Ermes Podavini - RILIEVI TOPOGRAFICI Geom. Federico Nicoletta - ASPETTI AGRONOMICI-ECOLOGICI E PROGETTO DI MITIGAZIONE Dott. For. Elena Zanotti - ASPETTI GEOLOGICI - Dott. Geol. Corrado Aletti - ASPETTI INVARIANZA IDRAULICA - Ing. Angelo Agostini - ASPETTI ARCHEOLOGICI Dott. Alberto Crosato - ASPETTI VIABILISTICI (referente interno Garda Uno SpA) Ing. Laura Maestrini - ASPETTI ACUSTICI - (referente interno Garda Uno SpA) Ing. Alessandra Leoni - ASPETTI SICUREZZA E VIGILI DEL FUOCO (referente interno Garda Uno SpA) Ing. Carlo Foroncelli.

 

 

 

caricamento...