Gadauno Spa

1. In alto a destra vi sono i codici Identificativi dell’Utenza. I codici sono univoci e permettono di potersi identificare correttamente in ogni comunicazione verso Garda Uno in quanto permettono agli operatori di reperire con tempestività tutte le informazioni in nostro possesso. E'altresì indicata la sede emittente la bolletta per poter meglio supportare l'Utente nelle sue richieste di assistenza.

2. Riferimenti specifici della fattura (numero e data) e dell’utente: tra cui recapito, intestazione della Fattura e Ubicazione della fornitura oltre ad ogni indicazione sul tipo di Utenza e sulla Tariffa applicata.

3. Dettaglio di quanto addebitato:

  • l’imponibile,
  • l’IVA addebitata,
  • eventuali addebiti diversi (comunque specificati),
  • la scadenza del pagamento (decorso il quale si subisce l’addebito della mora come da Regolamento del Servizio Idrico provinciale),
  • la modalità con cui può essere effettuato il pagamento: salvo il caso di domiciliazione, il pagamento può essere effettuato con bollettino postale premarcato allegato alla bolletta stessa.
  • la possibilità o meno di richiedere la Rateazione della bolletta ai sensi della Delibera AEEGSI n. 655/2015
  • la situazione dei pagamenti delle bollette precedenti

 

5. Nel riquadro è possibile prendere visione dell'andamento dei Consumi medi giornalieri nel corso degli ultimi periodi fatturati

6. In fondo alla prima pagina si trovano alcune informazioni importanti: di primaria importanza è che nessuno è autorizzato a riscuotere direttamente denaro per bollette o altre attività presso l’Utenza (ad esempio: spostamento / sostituzione del misuratore).

Chiunque Vi richieda denaro per conto di Garda Uno è un truffatore: denunciatelo subito alla Polizia (tel. 113) o ai Carabinieri (tel. 112) e chiamate il nostro numero Verde dandone notizia.

Seguono poi informazioni su come  effettuare l’autolettura del misuratore e tutti i numeri verdi di riferimento: emergenza, clienti e autolettura oltre agli orari di sportello della Sede Operativa di Padenghe

7. Nella seconda pagina della bolletta si possono verificare i dettagli dei consumi e degli addebiti: il periodo di fatturazione, il numero di unità immobiliari servite e il dettaglio degli addebiti suddivisi fra tariffa idrica (suddivisa per scaglione di consumo col metodo del pro-die), canone fognatura e canone di depurazione;  sono presenti anche le quote fisse in proporzione al numero di giorni cui si riferisce l’addebito.

8. Sono evidenziati anche gli Oneri Perequativi (per esempio: la componente UI1).

9. Comunicazioni al cliente con notizie specifiche sul Servizio, sulla prossima fattura, sulla morosità, scadenze, ecc.

10. tariffe di riferimento applicate per l’anno indicato e l'area Territoriale in cui è ubicata l'Utenza.

11. Addebito Automatico

A lato del bollettino pre-compilato è presente un modulo precompilata per poter richiedere attraverso la propria banca la domiciliazione automatica della bolletta ovvero la possibilità che il documento di addebito venga pagato, alla scadenza, dalla banca senza alcun intervento da parte dell’Utente stesso.

Ovviamente l’Utente ha titolo di revocare o sospendere l’ordine di pagamento secondo le regole attualmente in vigore nel circuito interbancario che dipendono dalla tipologia di Utente (se “privato” o “commerciale”).

L’addebito automatizzato avviene, di norma, senza alcun costo (chiedete conferma al Vostro Istituto bancario). Il modulo può essere presentato alla propria banca che si occuperà di attivare le necessarie procedure informatiche.

12. nel riquadro è anche presente (solo in caso di non Domiciliazione e comunque in aggiunta al Bollettino CCP) il riquadro relativo alla modalità di Pagamento con CBill: un comodo, facile e veloce modo di pagare la bolletta attraverso il proprio home banking o la app della propria banca. Per maggiori informazioni vedere la pagina relativa al CBill cliccando qui.

caricamento...